Contrasto alla criminalità: 1 arresto, 5 denunce e 63 persone controllate

Mer, 14/12/2016 - 09:24

Nel corso della giornata di ieri, sono stati effettuati servizi di controllo del territorio dai Carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni diretti dal S.Tenente Alessandro CANTARELLA Comandante Interinale, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta”.

I Carabinieri hanno eseguito numerose perquisizione personali, veicolari, domiciliari e sequestri, effettuando altresì diversi controlli alla circolazione stradale ed identificando 63 persone e di 31 veicoli.

All’esito dei mirati servizi:

  • i Carabinieri della Stazione di Bagnara Calabra (RC):
  • rintracciavano e traevano in arresto, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per l’espiazione della pena detentiva domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, Carmelo Caia, di anni 29, domiciliato a Bagnara Calabra (RC), già noto alle FF.OO.. Il prevenuto dovrà scontare la pena di anni 2 e mesi 6 di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, reato commesso in Bagnara Calabra nell’anno 2015. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la propria abitazione di residenza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria;
  • denunciavano un 58enne di Bagnara Calabra (RC) per molestia o disturbo alle persone. Lo stesso molestava reiteratamente una propria conoscente a mezzo telefonico;
  • denunciavano un 53enne di Bagnara Calabra (RC), in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S., per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale. Lo stesso veniva sorpreso mentre si accompagnava ad un altro pregiudicato;
  • rinvenivano in Bagnara Calabra (RC), contrada Covala, località Terrazze, in un terreno coltivato ad uliveto, diversi strumenti per il bracconaggio e nr. 127 cartucce calibro 12, che venivano sottoposti a sequestro.
  • i Carabinieri della Stazione di Villa San Giovanni denunciavano un 46enne di Reggio Calabria per molestia o disturbo alle persone. Lo stesso molestava reiteratamente un proprio conoscente a mezzo telefonico;
  • i Carabinieri della Stazione di San Roberto denunciavano un 60enne di Scilla, in atto sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla p.g., obbligo di dimora nei comuni di Scilla e San Roberto e divieto di espatrio, per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Lo stesso si allontanava arbitrariamente dalla propria abitazione in violazione delle prescrizioni di orario imposte dal Giudice.
  • i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile:
  • denunciavano un 26enne di Reggio Calabria, sorpreso alla guida del suo autoveicolo con tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge;
  • denunciavano una 21enne di Reggio Calabria per porto illecito di oggetto atto ad offendere. La stessa, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, è stata trovata in possesso di un coltello della lunghezza complessiva di 18 cm, rinvenuto all’interno dell’autovettura su cui viaggiava.

 

Rubrica: 

Notizie correlate