Denunciati 165 genitori per non aver mandato a scuola i figli

Mar, 16/09/2014 - 09:07
Tra i paesi con il maggior numero di genitori inadempienti Caulonia, San Luca, Brancaleone, Platì, Ardore, Marina di Gioiosa e Monasterace

Hanno omesso di avviare alle scuole dell’obbligo i propri figli. 165 genitori denunciati dai Carabinieri nella Locride per “inosservanza dell’obbligo d’istruzione”.

A conclusione di un’attività di monitoraggio svolto in tutte le scuole dei 42 comuni ricadenti nel territorio sotto la giurisdizione del Gruppo Carabinieri di Locri (RC), i militari dell’Arma delle 32 Stazioni dipendenti hanno denunciato per “inosservanza dell’obbligo d’istruzione” 165 persone, genitori di 88 ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni, le quali, senza giustificato motivo, non hanno avviato alle lezioni ovvero hanno permesso ai loro figli di assentarsi dalle stesse per un periodo superiore al 25% delle giornate di assenza consentite, pari a 50 giorni su 200 di frequenza previsti.

L’attività di controllo, svolta dalle Compagnie di Roccella Jonica, Locri e Bianco, costituenti gli organi operativi “tipici” del Gruppo, ha riguardato sia l’anno scolastico 2012/2013 (87 i genitori denunciati), sia quello successivo 2013/2014 (78 le posizione rassegnate al vaglio dell’A.G.).

Tra i comuni maggiormente interessati dal fenomeno nel primo lasso temporale preso in esame spiccano Caulonia (e la sua popolosa frazione di Caulonia Marina), Brancaleone e San Luca, mentre la seconda tornata di controlli ha visto il maggior numero di violazioni a Platì, Ardore, Caulonia e la sua frazione Marina, Marina di Gioiosa Jonica e Monasterace.

Rubrica: 

Notizie correlate