DifendiAmo l’Ospedale: “La Locride è stanca di elemosinare i suoi diritti”

Mar, 26/05/2020 - 11:30

Come già preannunciato continuiamo a denunciare ogni giorno le piccole cose che non funzionano all'interno del nostro ospedale, siamo sicuri che prima o poi qualcuno ci ascolterà.  Ci giunge notizia che per fare un esame come un ecografia , un elettrocardiogramma, tac, ecc l'utente venga fatto accomodare direttamente sui lettini senza preventivamente usare lenzuolini di carta, visto il mancato rifornimento ai reparti. Pare che siano cambiati i moduli da compilare per fare la richiesta per questi materiali alla direzione di  Reggio Calabria. Probabilmente bisogna compilarli in lingua sanscrita e la difficoltà è indubbiamente enorme. Parliamo di piccole cose ma essenziali, parliamo della cattiva gestione quotidiana che incide su tutta la struttura. Non si può guardare al futuro senza una programmazione di ciò che urge o di ciò che può attendere. Ci auguriamo che  tra una passerella e l'altra, tra una polemica e l'altra, quando nei salotti "buoni" si ha qualche minuto di tempo si possa  affrontare, con soluzione, anche questo, che tutto poteva essere tranne che diventare un problema .
Invitiamo Il presidente della regione on. Santelli e il Vice ministro alla sanità on. Sileri che per affrontare i problemi della sanità calabrese, hanno visitato  l ospedale di Catanzaro, struttura pienamente funzionante, di voltarsi verso la Locride che é stanca di elemosinare quotidianamente  ciò che é garantito dalla costituzione.
Noi non ci arrenderemo.

Comitato DifendiAmo l'Ospedale

Rubrica: 

Notizie correlate