Furbetti del cartellino, smascherati 24 dipendenti comunali nel reggino

Mer, 06/07/2016 - 10:08

Nelle prime ore di oggi 06 luglio 2016, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, su ordine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, hanno proceduto all’esecuzione di misure cautelari, emesse dal GIP presso quel Tribunale, nei confronti di 24 dipendenti comunali, 4 destinatari di ordini di custodia cautelare con l’applicazione della misura degli arresti domiciliari e gli altri 20 destinatari dell’obbligo della presentazione alla p.g., ritenuti responsabili dei reati di concorso in false attestazioni, con modalità fraudolenta, della presenza in servizio e truffa aggravata e continuata in danno dell’Ente Pubblico di appartenenza, nello specifico il Comune di Oppido Mamertina. Le investigazioni hanno accertato la piena responsabilità di tutti gli indagati, i quali attestavano falsamente, con modalità fraudolenta, la presenza in servizio e, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso, violando i doveri inerenti alla loro qualità di dipendenti del comune, omettevano di prestare servizio e facevano risultare fittiziamente la loro presenza in ufficio eludevano del tutto la prestazione di lavoro e così conseguendo l’ingiusto profitto della relativa e non dovuta retribuzione, con pari danno per l’Ente Pubblico. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta presso il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria alle ore 11:00 odierne.

Rubrica: 

Notizie correlate