Gioia Tauro: maxi sequestro di cocaina

Mer, 14/02/2007 - 00:00

Dovevano rientrare in Italia, probabilmente dopo una lavorazione chimica, i 76 chili di cocaina sequestrati nel porto di Gioia Tauro dai militari della Guardia di Finanza che, in Grecia, hanno arrestato quattro persone. La droga sequestrata, secondo gli elementi raccolti dai finanzieri nel corso delle indagini, anche grazie alle informazioni provenienti dal servizio investigativo del comando generale della guardia di finanza, con molta probabilita’ doveva essere immessa sul mercato italiano. Il container con all’interno la droga era destinato ad una societa’ con sede a Salonicco che, dagli accertamenti compiuti dai finanzieri, non esiste. Attraverso informazioni acquisite dal comando generale della Guardia di Finanza, in stretta collaborazione con la direzione centrale per i servizi antidroga, presso il ministero dell’interno, e’ emerso che l’effettiva destinazione della droga era una societa’ bulgara con sede in Sofia, i cui amministratori risultavano coinvolti nell’organizzazione di traffici di enormi quantitativi di cocaina dal Sudamerica alla Bulgaria da dove avviene l’immissione nel mercato italiano. Gli investigatori stanno proseguono le indagini per verificare se nel traffico siano coinvolte cosche della ’ndrangheta.(ANSA).

Autore: 
Redazione
Rubrica: