Grazie Governo, non abbiamo un cervello tecnico!

Lun, 06/02/2012 - 10:27
Grazie Governo, non  abbiamo un cervello tecnico!

Sempre più spesso sento aleggiare da giornali, tv, tecnici e politici l'invito ai disoccupati di inventarsi un lavoro. “Il lavoro bisogna crearselo, inventarselo, al giorno d'oggi nessuno te lo dà più”. E in effetti sull'ultima affermazione l'Istat è chiara:  il 31% dei giovani italiani è disoccupato, con picco in Calabria e Campania del 39%.  Dati sicuramente più plausibili di quelli della magistratura, secondo cui la densità mafiosa, in Calabria, riguarderebbe il 27% della popolazione complessiva (inciso dovuto dopo quanto affermato pochi giorni fa all'inaugurazione dell'anno giudiziario a Reggio Calabria). Io e i miei amici, che siamo dotati di inventiva grazie alla filosofia “Cacioppiana” (giusto equilibro tra lavoro, stipendio e tempo libero), ci siamo, allora, messi a riflettere. Abbiamo così pensato a quale fossero i servizi mancanti che la popolazione potrebbe gradire. Un problema fondamentale che quotidianamente viviamo è senza dubbio la fila alla posta. Abbiamo quindi pensato, grazie al consiglio di Mario Monti di inventarci il lavoro e di guadagnare qualcosa cercando comunque di rientrare, per coerenza, sia nei canoni della disoccupazione al 39% (perchè lavoreremmo in nero) sia tra quelli che vedono il 27% della popolazione calabrese mafiosa (perchè lavoreremmo nell'illegalità). In pratica, disposti nei 4 principali uffici postali della locride, ormai tutti dotati di numerini da ritirare con cui attendere il proprio turno sul tabellone, noi ci occuperemmo dello spaccio di biglietti per saltare la fila. Mi spiego. Ogni 15-20 minuti ritiremmo tre, quattro numerini che andremmo a vendere all'esterno dello stesso ufficio, per soli due euro, evitando al nostro cliente ritardatario una fila potenziale di almeno 30-40 persone . L'attenzione nella vendita dovrà essere alta per non incamparre in comunisti, pensionati dotati di un social network ed emigrati di ritorno (si lamenterebbero e rischieremmo l'arresto). Il potenziale acquirente a cui mirare dovrà essere abbastanza serio ed omertoso per quieto vivere: professionisti impegnati che vanno sempre di fretta, nullafacenti altolocati che vanno comunque di fretta e moralizzatori da facebook.  Certi di un dignitoso guadagno e del sostegno alla statistica azzardata, noi abbiamo trovato lavoro!  Grazie Governo, non abbiamo un cervello tecnico!

Autore: 
Ruggero Brizzi
Rubrica: