Ho trovato lavoro, faro' il commissario

Lun, 20/02/2012 - 10:06
Ho trovato lavoro,  faro' il commissario

Nel tentativo maldestro di adattarmi completamente alle nuove forme di flessibilità  del mercato, ho avviato, come ormai sapete, miei cari lettori, una ricerca puntigliosa che ogni settimana mi fa cogliere opportunità lavorative nuove e gratificanti. L’importante è essere pronti a cambiare. 

Finito di fare il giornalista di domande banali, nella settimana Sanremese mi sono proposto come urlatore durante i tre secondi che anticipano il silenzio della canzone.

Ero quasi stato preso, ma poi i monologhi di un tizio di Milano, con dei silenzi lunghissimi, erano troppi anche per me per continuare a gridare “bravo”.

Così, licenziato dopo la prima giornata, mi sono iscritto all’indomani nell’elenco dei commissari: “sono così tanti che un posto tra loro lo trovo sicuro”, ho pensato.

Infatti, nonostante il governo commissariato, la protezione civile commissariata, la rai commissariata, la Sardegna commissariata, Atene commissariata, i comuni della locride commissariati, gli ambiti territoriali di caccia commissariati, il pd calabrese commissariato, l’emergenza rifiuti commissariata, il terremoto commissariato, i mondiali di ciclismo commissariati ecc. ecc., sono riuscito ugualmente a trovare lavoro come commissario. Non c’erano dubbi.

Stavo per soffiare per un pelo il posto di commissario a Marano anche al festival di Sanremo, quando mi è toccato dover assumere il potere al bar. Mi hanno nominato commissario straordinario perché il gestore erano due settimane che non riusciva a restituire il “vuoto a perdere” delle Moretti al proprio fornitore.

Ora che ho pieni poteri anche in una questione così delicata, vi prometto che le cose cambieranno. 

Anche se non siamo in grado di fare una cippa da nessuna parte.

Autore: 
Ruggero Brizzi
Rubrica: