I commissari coglieranno un’occasione d’oro per la biblioteca di Siderno?

Dom, 07/06/2020 - 11:30

L’1 Giugno Francesco Gentile ha protocollato presso il Comune di Siderno una missiva, indirizzata ai tre componenti della triade commissariale, nella quale informava gli organi di governo e rappresentanza istituzionale dell’esistenza di un avviso pubblico della Città Metropolitana di Reggio Calabria per la concessione di contributi economici finalizzati a sostenere iniziative volte ad arricchire il patrimonio librario e potenziare le dotazioni infrastrutturali delle Biblioteche. Un avviso importante, sottolinea Gentile, perché «se si dovesse presentare una buona proposta progettuale e questa dovesse essere valutata positivamente dalla Città Metropolitana, si potrebbero migliorare e digitalizzare i servizi che la nostra biblioteca offre.» Se preso seriamente in considerazione dalla triade commissariale, insomma, questo avviso potrebbe cambiare il volto della biblioteca di Siderno che, oggi, «dopo essere stata dislocata per anni nella scuola elementare di Siderno Superiore, si trova a pochi passi dal Palazzo Municipale, proprio nel centro cittadino, ed è resa fruibile solo grazie all’abnegazione degli addetti ai lavori, degli operai del Comune e di alcune associazioni culturali» ribadisce Gentile. «Da quando ho iniziato a scrivere i progetti sociali - continua, - ho imparato che da noi tutti dobbiamo fare la nostra parte per portare a casa un risultato globale positivo, tuttavia il calcio d’inizio di questa importantissima e speciale partita culturale è accompagnato da un modulo di partecipazione che va compilato dal legale rappresentante dell’Ente richiedente, pertanto solo se i Commissari prefettizi accettassero di avviare le pratiche noi potremo iniziare a giocare una partita che possiamo facilmente vincere.» Sicuramente non sarà facile portare a casa il risultato, ma affrontare questa sfida sarebbe importante perché «in un contesto territoriale e sociale come il nostro le biblioteche cittadine e territoriali non sono altro che uno dei pochi baluardi del sapere in cui due bisogni umani, come quello della cultura e della socialità, riescono ad incontrarsi e a confrontarsi con molta facilità, andando a stimolare una futura crescita individuale e sociale. Oggi ognuno di noi, come cittadino, per difendere, tutelare e arricchire questo patrimonio deve fare la sua piccola parte e, proprio riflettendo sulla possibilità che gli uffici preposti a svolgere le attività di stesura della proposta progettuale siano oberati di lavoro e che la città sia a serio rischio di dissesto finanziario, ho scritto ai commissari che sarei disposto a stilare una proposta progettuale gratuitamente per aiutare Siderno, impegno nel quale sarei affiancato da altri giovani professionisti innamorati della cultura e della città, che presterebbero all’ambiziosa ma entusiasmante e fattibile idea le loro professionalità» conclude Gentile. Adesso insomma, tocca alla triade commissariale che rappresenta Siderno iniziare o meno questa importantissima partita, per affrontare la quale manca solo la battuta del calcio d’inizio.

Rubrica: 

Notizie correlate