Il coronavirus ha messo in luce gli errori della città

Lun, 05/04/2021 - 20:00

Pasquale Giurleo, architetto di Locri, ci racconta come il coronavirus abbia reso le nosre città spopolate, quindi con i difetti di costruzione e urbenistici ancora più evidenti, rispetto ai piccoli borghi e alle campagne.

Ecco un breve estratto dell'articolo:

"Ai tempi del coronavirus, scombussolata dalla pandemia e dai conseguenti mesi di telelavoro obbligatorio, così come dalla stupefacente 'Fuga' di tanti di abitanti delle aree urbane verso le campagne e i borghi, ha fatto riaffiorare con forza la questione dei contrasti fra aree metropolitane e rurali, tra città e campagna e paesi."

 
Per continuare a leggere, scarica e sfoglia il nuovo numero della Riviera a questo link in PDF: https://bit.ly/3fLpPCi
Autore: 
Paquale Giurleo
Rubrica: 

Notizie correlate

Siderno, Pietro Fuda sott’accusa: il 5 luglio la decisione sul rinvio a giudizio

Ven, 16/04/2021 - 17:57
Oggi si doveva svolgere l’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura distrettuale di Reggio Calabria nel procedimento penale che vede tra gli indagati l’ex sindaco di Siderno Pietro Fuda, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, ma l’udienza è st