Il Ministero dell’Interno notifica la chiusura del modello Riace

Sab, 13/10/2018 - 18:20

Con una comunicazione indirizzata al Comune, alla Prefettura di Reggio Calabria e al Servizio centrale dello Sprar, il ministero dell’Interno ha comunicato la sua intenzione di chiudere il modello di accoglienza realizzato in questi anni a Riace. Una scelta che arriva a una settimana esatta dalla manifestazione di sostegno al sindaco Domenico Lucano e al modello di integrazione da lui ideato. Sono freddi calcoli burocratici quelli effettuati al termine della comunicazione di 21 pagine firmata dalla direzione centrale dei servizi civili per l’immigrazione e l’asilo. Si parla infatti di mancato aggiornamento della banca dati gestita dal Servizio centrale; mancata rispondenza tra i servizi descritti nella domanda di contributo e quelli effettivamente erogati; erogazione dei servizi finalizzati dal Fondo a favore di soggetti diversi da quelli ammessi all’accoglienza e mancata presentazione della rendicontazione, per un totale di 34 punti di “penalità” che porteranno alla “revoca dei benefici accordati”. Nel periodo di 60 giorni che intercorrerà tra oggi e lo smantellamento definitivo del modello si cercherà di chiarire la regolarità dei rapporti contabili e si procederà all’eventuale recupero dei contributi già erogati. Il Comune di Riace, frattanto, potrà ricorrere al Tar contro il provvedimento.

Rubrica: 

Notizie correlate