Il Panettone, punta dell'iceberg, piccole regole per uscirne vincenti!

Mar, 23/12/2014 - 17:58

Il Panettone dà profumo al Natale, è un prodotto che sta a metà tra l'arte della panificazione e la pasticceria. Il panettone, infatti, secondo la ricostruzione storica più accreditata, nacque nel forno di un panettiere, un certo 'Toni' che per la prima volta impastò il suo pane con le uova, il burro e i canditi forse per una ragazza, creando il primo 'pane-de-toni', che è diventato il panettone che conosciamo. La ricetta del panettone si è diffusa in tutta Italia e viene prodotto ovunque in versioni anche molto diverse tra loro. Come succede quasi sempre il consiglio è che lo scegliate di qualità.
Nel periodo Natalizio siamo sottoposti a molteplici stimoli nutrizionali. Il Panettone è solo la punta dell'iceberg e il nostro corpo potrebbe uscirne sconfitto ma... se prestate attenzione a piccole regole che durante l'anno hanno caratterizzato questa mia piccola rubrica naturopatica forse potremo limitare i danni.
Vi ho sempre detto che il nostro corpo, come una macchina, ha bisogno di energie già dal primo mattino. Confermo, ma visto che nei giorni di festa i pasti saranno più abbondanti nella colazione facciamo uso di una bella tisana con un LIMONE spremuto e qualche mandorla. Se non si riesce a far a meno dei dolci, inserite quelli casarecci nella colazione dei giorni non festivi, e concedetevi una buona passeggiata di almeno 30 minuti.
Nei pasti delle feste, se volete mangiare un po’ di tutto, limitate i carboidrati e inserite ricchi piatti di verdure crude condite con olio EVO. Anche nei pasti di recupero, preparate un carpaccio di carciofi rucola e pompelmo, una insalatona colorata con 4-5 mandarini, oppure un’insalata di ananas, finocchi e olive. Vedrete che il corpo ringrazierà... IMPORTANTE: mai il digiuno!!!
Approfitto per augurarvi un Sereno Natale e ringraziarvi per l'attenzione.

 

Autore: 
Patrizia Pellegrini
Rubrica: 

Notizie correlate