Il vegliardo di Brancaleone

Sab, 23/02/2013 - 11:38
Il vegliardo di Brancaleone

E' l'albero più vecchio di Brancaleone (RC) il possente olivo situato nella proprietà del veterinario ed ex sindaco del paese, il dott. Michele Musitano. Dalle misure della sua circonferenza (15/20 metri) si desume un'età compresa tra i 1500/2000 anni ma la sua  storia ne ha, invero, molti di più.
Originario, probabilmente, della Siria e poi trapiantato nell'antica Grecia, l'olivo si diffuse per tutta l'area del Mediterraneo alimentando miti e leggende. Dono di Iside all'Egitto, di Atena alla Grecia, germogliato dalle ceneri di Adamo nel racconto biblico, olio consacrato nelle cerimonie di sacerdoti e sovrani, simbolo di regalità come scettro nelle mani dei re di Roma, di pace e di rigenerazione come ramoscello nel becco della colomba di Noè,  di valore e virtù attorno alle tempie dei vincitori delle Olimpiadi, di castità in quanto sacro alla vergine Atena…
Quanti anni e pesi simbolici da sostenere! Ma il vegliardo di Brancaleone non pare dolersene.  Irride, tra le larghe rughe del tronco, la baldanza dei giovani arbusti deliranti di fronde mentre infigge, più saldamente, le radici nel suolo.
L'antica saggezza vale sempre, e molto, di più!  

Autore: 
di Daniela Ferraro.