Ilario P, un 23 enne cauloniese diversamente libero

Lun, 07/07/2014 - 11:34
L'editoriale di Ilario Ammendolia

Qualche giornale ne ha riportato la notizia in un trafiletto confinato ai margini della cronaca locale. C’erano ben altre notizie a cui dare rilievo: l’assemblea regionale del PD,  le polemiche nel centrodestra, qualche retata con le reti strascico, la cronaca dei  processi di ndrangheta. Negli stessi giorni, un giovane, Ilario P. è stato arrestato. Ha 23 anni e credo sia la decima volta che viene colpito da un mandato di cattura. Sino a qualche tempo fa lo portavano nelle carceri minorili, adesso nelle patrie galere insieme ad ergastolani, stupratori, assassini. Doveva pagare mille euro per spese processuale, presumo le sconterà di carcere.

Dietro la sue spalle non c’è una famiglia con la griffe di ndrangheta ma l’emarginazione e la sofferenza. Genitori “diversamente abili”, abitazione “diversamente sicura” cioè una stamberga cadente e dove non entra la luce del sole. Reddito minimo  inesistente, titolo di studio illusorio, non professa nessun credo religioso..

Infanzia negata!  Gioventù bruciata!

Il carcere è la sua vera, unica casa.

Nessuno lo sospetta ma  fuori dal carcere Lui soffre ancora di più,  perché è terribilmente emarginato fin da quando era bambino, perché è solo, perché non ha amici, perché ha avuto genitori “diversamente abili”, perché non aveva giocattoli, perché parla un'altra lingua, ha una diversa gestualità.

Solo ed indifeso come lo è  suo padre e come è stata sua madre finché non è morta.

Il comandante generale dell’Arma facendo rapporto al suo ministro lo conteggerà fra gli “assicurati alla giustizia” ed il procuratore generale della Cassazione tra coloro che hanno avuto più di una condanna definitiva.

Non si può arrestare l’emarginazione sociale, la sofferenza, la solitudine.

Il carcere è il luogo in cui lo Stato scarica la sua cattiva coscienza, la nasconde per non farla emergere.

Ilario P. è in carcere ma sul banco degli imputati c’è lo Stato.

Se avessimo speso in prevenzione un decimo di quanto abbiamo speso , o spenderemo in futuro, per tenerlo in carcere, processarlo, arrestarlo e trasportarlo come un animale da zoo nelle varie carceri d’Italia, probabilmente lo avremmo salvato.

Avremmo avuto un carcerato in meno, un lavoratore in più.

I governi della Destra, tanto a livello nazionale che regionale, hanno praticamente cancellato la spesa sociale.

La Sinistra ha cancellato dal suo dna il volto delle persone come Ilario P.

Il suo arresto precede l’assemblea regionale del PD di qualche giorno.

La sua storia non ha i titoli per entrare in quella assemblea come non c’è posto per il dramma degli immigrati, per i carcerati, le famiglie emarginate, gli ultimi della nostra società.

Lì si parla di voti non di volti.

Si inseguono i voti. Si cancellano i volti. Ecco perché c’è tanta aridità e solo contrapposizioni personali. Lo so bene che i tempi cambiano ma la Sinistra è nata per dare voce “ai figli della canaglia pezzente della gente che suda e lavora..”. Le antiche canzoni passano di moda ma non si può tradire la propria storia senza tradire se stessi e perdere la ragioni della propria esistenza.

Un giorno qualcuno, in carcere o fuori, insegnerà ad Ilario P. come usare una pistola e lui potrebbe anche prenderlo sul serio.

Qual giorno si dirà che mancano le forze dell’ordine, i cancellieri, i giudici o che la ndrangheta è forte e pertanto invincibile. Discorsi fuori luogo per nascondere la verità,  giaculatorie buone per tutte le occasioni. .

 Manca la “Politica” in tutta la sua bellezza, con tutta la sua passione, con tutta la splendida e composta rabbia che deve portare in superficie le ragioni vere di un’ impegno e di una lotta.

La politica come scelta di vita e che non considera Ilario P come materiale di risulta senza valore di cui  bisogna ripulire il “cantiere” del nostro vivere comune.. Parafrasando Hemingway direi : “quando si perde un Uomo non domandare mai il suo nome è una parte della nostra Umanità che se ne va ...”

Autore: 
Ilario Ammendolia
Rubrica: 

Notizie correlate