Incontro alla Cittadella per discutere del progettato ampliamento dell’impianto di San Leo.

Mer, 13/01/2021 - 18:25

L' incontro organizzato dalla Commissione Straordinaria del Comune di Siderno, cui hanno partecipato associazioni ambientali locali, partiti politici e rappresentanti dei sindaci della Locride, i consiglieri regionali della stessa, alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente,  Sergio De Caprio, dei Tecnici del Dipartimento Ambiente della Regione, della Città Metropolitana e del Comune di Siderno. Una lunga discussione, con interventi anche molto accesi  da parte dei cittadini sidernesi presenti.

E’ intervenuta  Anna Romeo, con un escursus storico sull’approvazione del Consiglio comunale che ha portato all’insediamento dell’impianto. Ha ribadito i concetti del documento inviato alla Regione e agli enti che dovranno esprimersi sul progettato impianto.

 Arturo Rocca,  sulle problematiche della Locride e della situazione ambientale dei comuni vicini all’ambiente (Siderno, Locri, Gioiosa Marina che comprendono più del 60% della Locride) che verrebbero coinvolti dal nuovo impianto, in una situazione ambientale già degradata dagli impianti già presenti (TMB, Impianto depurazione, Area Sika) e della ricaduta negativa sull’economia della zona e Francesco Martino che ha trattato la questione sia dal punto di vista tecnico, ma anche sui rischi associati alla presenza di sostanze nocive per l’ambiente e i cittadini,

Interventi anche dei rappresentanti dei partiti e associazioni.

L’Assessore regionale, De Caprio, ha dato la sua disponibilità a verificare, presso l’Avvocatura competente, questa istanza.

In molti hanno insistito sulla impossibilità di una vita normale, nelle ultime estati,  dei cittadini causa la puzza  e i relativi rischi associati alle sostanze presenti, chiedendo che vengano prese tutte le misure necessarie per evitare che la situazione si ripeta quest’anno. Una lunga discussione, con interventi anche molto accesi, da parte dei cittadini sidernesi presenti. 

Tutti i sidernesi intervenuti sono stati d’accordo nella richiesta che l’iter del progetto sia temporaneamente sospeso, in quanto  sia il Comune di Siderno che la Regione Calabria sono in fase di gestione ordinaria, in attesa che vengano espletate le  prossime competizioni elettorali.

Rubrica: 

Notizie correlate