Calabria bella e amara: l’intreccio tra chi è rimasto e chi è partito

0
49

Un mese dopo la nascita di Nicola Gratteri nel luglio 1958 a Gerace, un bambino di quattro anni lasciava Soriano Calabro, un piccolo paese di montagna a circa 80 chilometri di distanza. Con il padre, la madre e le due sorelle, il bambino arrivò a Napoli e pochi giorni dopo la famiglia salpò sulla “Cristoforo Colombo”per New York. La nave arrivò il 28 agosto. Quel bambino ero io. Io sono partito, Gratteri rimase. Penso spesso cosa sarebbe stato di mese fossimo rimasti in Calabria.

 Scarica il nuovo numero cliccando sul link https://issuu.com/info-rivieraweb/docs/r10-21  oppure scaricando il PDF a questo link:  https://larivieraonline.com/riviera-n-10-del-7-marzo-2021

Autore:
Philip Pullella