QUI REGGINA – Occasione sfumata contro la Cremonese. La zona playoff resta comunque a portata di mano

0
88
Con la sconfitta in trasferta per la Reggina la zona playoff si allontana. L'analisi della partita contro la Cremonese

La Reggina torna dalla trasferta dello “Zini” di Cremona con un pareggio che sa di amaro visti i risultati maturati nel corso della giornata di Serie B che potevano proiettare finalmente i calabresi all’interno della piena zona playoff.

I timori che lo stop imposto per i problemi legati alle gare rinviate a seguito delle positività riscontrate nel gruppo del Pescara potesse danneggiare una squadra che veleggiava su ritmi altissimi diventano una brutta realtà osservando il primo tempo degli amaranto che sembrano abulici e in balìa dell’avversario.

La prima frazione della Cremonese è infatti da manuale e tiene sotto scacco la Reggina che deve difendersi dagli attacchi dei lombardi, più volte pericolosi dalle parti di Nicolas. I padroni di casa sbloccano il risultato solo nel finale della prima frazione quando una potente conclusione di Luca Valzania lascia di sale la retroguardia calabrese troppo schiacciata sulla propria linea (42’).

Baroni deve aver strigliato decisamente la squadra durante l’intervallo perché dagli spogliatoi esce una squadra diversa. La Reggina aggredisce come non ha fatto per i primi quarantacinque minuti e crea con German Denis ed Enrico Del Prato tre occasioni clamorose che fanno urlare al gol nel giro del primo quarto d’ora della ripresa.

Il match torna in equilibrio poco dopo quando ancora Denis serve una palla al bacio per Rigoberto Rivas che sprinta sul diretto avversario, entra in area e fulmina Marco Carnesecchi con una conclusione secca sul palo del portiere (66’).

Sulla scia dell’entusiasmo i calabresi avrebbero altre due occasioni con Denis, bellissimo il suo pallonetto a cercare il palo lontano, e Daniele Liotti, colpo di testa da posizione ravvicinata, che però trovano sempre presente Carnesecchi. Si aprono però dei varchi nella difesa amaranto che rischia addirittura la beffa con la conclusione di Samuel Gustafson ben controllata da Nicolas.

Un punto pieno di rimpianti quindi quello che la Reggina porta a casa vista la prestazione in chiaro-scuro con la possibilità più che concreta di recuperare un primo tempo giocato male. Gli amaranto torneranno in campo martedì per affrontare la sorpresa del momento, l’Ascoli, e riprovare a rientrare nella zona playoff.