Seria A: Crotone aritmeticamente in serie B

0
164
Sconfitta a Milano contro l'Inter per il Crotone, ormai la squadra calabrese è matematicamente in Serie B

Con la sconfitta contro l’Inter arriva la matematica retrocessione nella serie cadetta.

Il Crotone torna in serie B dopo una sola stagione di serie A. La squadra di Cosmi perde 2-0 contro l’Inter capolista che ormai è vicinissima alla conquista del 19° scudetto. Brutta partita per la formazione di casa mai in partita e con poche idee.

Il match

La gara è di quelle proibitive. La squadra milanese ha motivazioni troppo forti e la squadra calabrese invece molto poche per reggere l’urto. La prima frazione di gioco è quasi tutta a marchio nerazzurra. I rossoblù ad inizio partita hanno una chance con Ounas ma il suo tiro viene respinto da Handanovic. La squadra di Conte prende poi subito le redini del gioco e attacca con diversi uomini ma non riesce a sfondare. Al 23° Lukaku sfiora il vantaggio ma colpisce il palo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Stessa sorte tocca a Lautaro Martinez al 44°, che dopo aver vinto un contrasto calcia anche lui sul legno alla destra di un immobile Cordaz. Il primo tempo finisce con una bella parata dell’estremo difensore calabrese sul tiro di Sensi e si va al riposo sul risultato di 0-0.

Nel secondo tempo il registro della partita non cambia di molto con il Crotone che prova qualche timida ripartenza ma non si rende mai pericoloso. Al 69° arriva la rete del meritato vantaggio per i nerazzurri firmato da Eriksen. Il danese riceve palla al limite dell’area da Lukaku e con un tiro leggermente deviato trova il goal. I rossoblù ci provano a reagire e Simy ha una possibilità ma il suo tocco di esterno non riesce a impensierire la difesa della squadra ospite. Al 92° Hakimi chiude la partita in contropiede e fissa il risultato sul 2-0 con cui il match va in archivio.

Futuro

Questa non era la partita in cui bisognava fare punti per la salvezza. La strada era già stata segnata qualche domenica fa con i mancati risultati contro Bologna e Spezia soprattutto, ma ci si aspettava almeno una prova di coraggio e carattere che invece non ci sono state. Saranno settimane importanti e calde, dove la società dovrà prendere decisioni fondamentali sul futuro della squadra. Si partirà col decidere sulla guida tecnica se restare con Cosmi o cambiare tecnico e del suo giocatore più rappresentativo l’attaccante Simy. Sacrificare il proprio calciatore migliore porterebbe denaro fresco per allestire una squadra subito pronta alla risalita in Serie A. Ora alla conclusione della stagione mancano ancora quattro partite da onorare con prestazioni all’altezza e cercare di cancellare la brutta prestazione di oggi.

Formazioni

Crotone (3-4-1-2) : Cordaz; Djidji, Magallan, Golemic; Molina, Cigarini (Dal 46′ Eduardo), Benali (Dal 67′ Vulic), Reca (Dal 37′ Pereira); Messias, Ounas (Dal 72′ Riviere), Simy. All. Cosmi

Inter (3-5-2) : Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Sensi (Dal 66′ Eriksen), Darmian (Dal 66′ Perisic); Lautaro (Dal 66′ Sanchez), Lukaku. All. Conte

In breve

Arbitro : Prontera

Goal 69′ Eriksen (Int), 92′ Hakimi (Int)

Ammoniti : Brozovic (Int), Riviere (Cro), Eriksen (Int)