L’Onorevole Minniti e i Ds sidernesi

Dom, 18/12/2005 - 00:00

Da qualche tempo si sussurra, a Siderno, di quello che potrebbe essere lo scenario all’interno del Centrosinistra locale per le prossime elezioni amministrative. Una figura di primo piano del panorama politico nazionale, onorevole Marco Minniti, potrebbe avere un ruolo fondamentale nella competizione elettorale sidernese. E non sarebbe la prima volta.
Ricordate l’inciucio della competizione amministrativa del 1996? All’epoca Minniti, insieme al segretario dei Ds, Peppe Bova, e all’onorevole Pietro Fuda, riuscirono a finire sulle pagine di tutti i quotidiani a tiratura nazionale per aver schierato in un colpo solo DS, Socialisti e Forza Italia, sotto il simbolo di "Forza Calabria", a sostegno dell’allora candidato a Sindaco, ingegnere Tito Albanese.
Oggi, Minniti, almeno questa è la voce ricorrente, scenderebbe di nuovo in campo a Siderno - il condizionale è d’obbligo - dimostrando un’enorme passione per la cittadina rivierasca. E, sempre a sentire i malpensanti, ritrovandosi per una seconda volta con l’ex Presidente della Provincia Fuda. Questa volta, però, lo scenario sarebbe diverso. Minniti vorrebbe, quale candidato a Sindaco del Centrosinistra, proprio colui il quale fu suo avversario, vincente, all’epoca dell’inciucio: l’ingegnere Domenico Panetta. E, ciononostante, tanti fra i partiti del centrosinistra sidernese sarebbero stati disposti ad accettare e ben volentieri sostenere una candidatura a Sindaco di un membro del Direttivo dei Ds.
Per ragioni che dovrebbero risalire alle scorse regionali, il buon Minniti preferirebbe rinunciare alla possibilità di veder diventare Sindaco di Siderno un diessino, pur di vedere Mimmo Panetta sulla poltrona di Primo Cittadino della Città. E i Ds di Siderno? Com’è spesso accaduto negli ultimi anni la loro voce è poco ascoltata: basti pensare alle ultime elezioni regionali dove si sono ritrovati a votare proprio colui che, fino a qualche giorno prima, era stato loro acerrimo avversario politico.
Questa volta, però, un piccolo contentino ci dovrebbe essere: "Alleanza per Siderno" sosterrebbe la candidatura alle prossime elezioni provinciali dell’attuale segretario della sezione locale dei Ds. Vero o falso? Si tratta di maldicenze? Basterà verificare se il Movimento civico di Panetta candiderà qualcuno dei propri iscritti in quella competizione elettorale.
Tutta l’operazione sarebbe già sui blocchi di partenza e vedrebbe, fra l’altro, l’esclusione di Sdi, Nuovo Psi ed Udeur dalla coalizione di Centrosinistra e, invece, Ds, Margherita, Verdi, Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista ed Alleanza per Siderno ad appoggiare Mimmo Panetta a Sindaco. Per ogni lista sarebbe garantito un assessorato a prescindere dal risultato elettorale conseguito. Se tutto ciò fosse vero sarebbe un’operazione comunque lecita ma, ancora una volta, il Centrosinistra sidernese andrebbe alla rottura come già accadde all’epoca dell’inciucio. Voci provenienti dall’ambiente politico sidernese che verificheremo se fondate o meno, così come sarà da verificare il ruolo, che all’interno di questa vicenda politica, reciterà il Presidente del Consiglio Regionale, Peppe Bova.

Autore: 
Giuseppe G. Colombo
Rubrica: