La minoranza di Samo: “Non si possono prendere in giro i cittadini raccontando fandonie”

Sab, 04/07/2020 - 16:00

I Consiglieri del gruppo di minoranza del Comune di Samo e gli ex assessori della seconda Amministrazione Comunale, sindaco Giuseppe Bruzzaniti, con la presente nota, smentiscono, perché non corrispondente al vero, quanto scritto dall’attuale Sindaco, Giovanni Bruzzaniti, nella sua relazione di fine mandato, datata 27 marzo 2020. In detta relazione attribuisce all’operato dell’Amministrazione attuale, come importanti risultati conseguiti, opere pubbliche già appaltate e altre pronte per essere appaltate già nell’anno 2011. I fondi per la realizzazione delle opere erano stati ottenuti grazie al costante lavoro di raccordo con gli Enti Regionali, Statali e Provinciali e all’impegno e dedizione di tutta l’Amministrazione capeggiata dall’ex Sindaco. È inaccettabile, perché falso e distorsivo della Verità Amministrativa, che gli amministratori comunali in scadenza possano attribuirsi meriti dovuti al lavoro degli amministratori che li hanno preceduti, ossia Noi. Le opere pubbliche, di cui l’Amministrazione Comunale attuale si attribuisce impropriamente il merito nella relazione di fine mandato già appaltate o pronte per essere appaltate nel 2011, ammontano a € 2.560.000 e sono:
Riqualificazione del centro urbano (PISL);
Manutenzione della vecchia sede municipale con mutuo a totale carico della Regione Calabria;
Ripristino della strada comunale di via La Verde (PIAR);
Consolidamento del centro abitato appaltato;
Campo di calcio a cinque (PON Sicurezza);
Impianto fotovoltaico sulla scuola primaria;
Consolidamento strada in contrada ”Pirarelle“;
Riqualificazione della palestra scolastica.
Tutte le sopraelencate opere seguivano la corposa attività di programmazione e realizzazione del quinquennio 2004-2009, sempre a guida di Giuseppe Bruzzaniti, e tutte finanziate non con somme di bilancio, come invece ha fatto l’attuale Sindaco. Tanto è vero che il sindaco uscente, Giovanni Bruzzaniti, in regime di prorogatio, nella relazione di fine mandato, densa di bugie e falsità, mistifica la realtà dei fatti facendo un’elenco di lavori dalla sua amministrazione “realizzati o programmati” senza riportare né l’importo, né la provenienza, né la fonte di finanziamento.
Come consiglieri di minoranza di questa Amministrazione Comunale, vogliamo evidenziare che non si possono prendere in giro i cittadini, raccontando fandonie. La realtà dei fatti e la verità amministrativa sono sotto gli occhi di tutti. Se si pensa di poter essere rieletti, appropriandosi dei meriti altrui, si compie una rapina. La stessa rapina che hanno subito i cittadini/contribuenti in questi cinque anni in cui le tasse comunali sono state imposte come vero e proprio salasso per le loro tasche.

I Consiglieri del gruppo di minoranza del Comune di Samo

Rubrica: 

Notizie correlate