La società che conquista con i social nel nuovo singolo di Shark e Groove

Dom, 21/06/2020 - 19:00

Lei è certezza. È sicurezza nei momenti in cui ci si sente crollare tutto addosso. Quando tutti scappano, e lo vorresti fare anche tu. Ma lei, rimane lì. Sempre pronta a tendere una mano. A cullarti ed emozionarti. A educarti. A consigliarti e guidarti. È la musica, una compagna di vita che sa esserci come nessun altro. Oggi, 21 giugno, si celebra la Festa della Musica. Un evento che arriva di pari passo con il solstizio d’estate. Perché a pensarci bene, in fondo, la musica è estate. Entra in punta di piedi, scalda e lascia ricordi indelebili in ogni cuore. In quest’ultimi giorni, vari artisti, attraverso i loro social, continuano a pubblicare le proprie fotografie con in mano un foglio con su scritto #Iolavoroconlamusica.
Un appello lanciato dagli operatori dello spettacolo che, alla ripartenza del Paese dopo il lockdown, si sono sentiti ignorati e dimenticati dal Governo. Si tratta di un messaggio che vuole ricordare, poiché troppo spesso dimenticato, che lo spettacolo nasce e vive anche grazie a un lavoro di retroscena straordinario. Ed è importante poter comprendere bene che la musica non è solo quello che si ascolta, non è solo quello che si vede. Che un pezzo non nasce così dal nulla. Che dietro una canzone c’è impegno e lavoro. Passione e dedizione. Proprio come quella di Shark e Groove, due ragazzi sidernesi – Giuseppe Costanzo e Antonio Callà –arrivati terzi, con “Il mondo gira”, ad “Italia’s Got Talent” nel 2015. Insieme, con il video di questo brano, hanno raggiunto le 298.389 visualizzazioni. Un nome d’arte che sboccia dall’unione di due passioni: Shark (Giuseppe) ama il mare e gli squali, Groove (Antonio) ha la passione per il ritmo. Un’amicizia, la loro, nata per caso. Giuseppe scrive testi simpatici tra i banchi di scuola, una compagna, incuriosita dalle sue strofe, gli fa conoscere il cugino Antonio, che invece, compone basi. Antonio suona, e Giuseppe riesce ad adattare perfettamente ogni testo alla sua musica. Un duo con un’affinità perfetta. Una collaborazione che li ha portati e continuerà a portarli in alto. Che li vede autori, oggi, di un nuovo singolo estivo, “Laos”. Shark e Groove ci raccontano di come “Laos” sia una continuazione di “Ted Mosby”, un brano pubblicato circa due anni fa. «È come se fosse il proseguimento di questo viaggio. In quel caso si cercava la ragazza ideale, in Laos è stata in un certo senso trovata e si prova ad attirare la sua attenzione tramite le storie Instagram.» Una tattica di “corteggiamento” utilizzata da molti giovani, al giorno d’oggi. Si pubblica una storia e si aspetta impazientemente che si possa interagire con la persona desiderata. Un modo per “rompere il ghiaccio”, ci spiega Shark, per avviare una conversazione e conoscersi meglio, una scusa per «conquistarla, e quindi avere quattro figli, due cani e una sveglia con le canzoni rap.» Una canzone, “Laos”, che descrive e unisce gli stati d’animo di adolescenti e ragazzi. Di una società che “conquista” anche grazie ai social. Un pezzo da ascoltare sotto gli ombrelloni, lì dove nasceranno le prime cotte e simpatie. Lì dove si riderà e ballerà a ritmo di questa melodia. Lì dove Shark e Groove troveranno nuove ispirazioni e mete da raggiungere. Affinché non ci possa mai essere una festa della musica, senza musica.

Autore: 
Carmelina Nicita
Rubrica: 

Notizie correlate