La Vis suona la nona e chiude al secondo posto

Lun, 06/02/2017 - 10:03

Un girone di ritorno stratosferico. Nove vittorie su nove incontri, mettendo in riga tutte le rivali, una dietro l’altra, in un esaltante crescendo rossiniano. Ieri, in un PalaBotteghelle ribollente di tifo, anche la quotata Rende ha dovuto cedere il passo al quintetto reggino, capace di imporre la propria pallacanestro e i propri ritmi per tre quarti pieni e di saper soffrire al veemente ma tardivo ritorno dei silani nell’ultima frazione.
Lobasso è l’mvp del match. Eccellente la sua prova su entrambi i lati del campo: chirurgico in attacco (23 punti) e implacabile in difesa sul temuto corregionale Mirando. Ad assecondare la guardia pugliese Warwick (18 punti con 7 su 8 da due) e capitan Tramontana (15 punti) che trasuda leadership in ogni giocata.
Il successo della Vis, nonostante il punteggio finale faccia pensare il contrario, è stato netto e mai in discussione. I reggini, salvo i primissimi minuti in cui Rende ha messo la testa avanti, hanno condotto le danze dalla palla a due alla sirena finale, imprimendo l’accelerata decisiva sul finire del terzo quarto grazie a un parziale di 10-0 innescato da due triple consecutive di Costantino e Lobasso (62-43 al 29mo). Dison (27 punti a referto per il folletto americano) e un ottimo Russo, dominante a rimbalzo offensivo, hanno riavvicinato gli ospiti nell’ultimo quarto, ma la Vis, insolitamente imprecisa dalla lunetta, ha saputo resistere, ribaltando anche lo scarto dell’andata che è valso l’aggancio in classifica e il conseguente sorpasso al secondo posto (alle spalle della capolista Lamezia) proprio ai danni della Bim Bum Basket Rende.  
UFFICIO STAMPA VIS  6/2/2017 

Rubrica: 

Notizie correlate