Locri: commemorato il “Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri”

Ven, 28/03/2014 - 19:19

Si è svolta a Locri la commemorazione del “Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri” con un evento molto significativo e toccante, promosso e voluto dall’Amministrazione Comunale di Locri in comune accordo con il Comando dei Carabinieri di Locri che ha appoggiato l’iniziativa.

Molto partecipata sia la cerimonia religiosa tenutasi presso la Chiesa di San Biagio, che la funzione civile in Piazza Caduti di Nassiriya. Moltissime la Autorità istituzionali e militari presenti, nonché delegazioni di studenti delle scuole cittadine e comuni cittadini.

Tra i presenti, oltre all’Amministrazione Comunale di Locri, con in primis il sindaco, Giovanni Calabrese, e il Vice Sindaco, Raffaele Sainato, anche la dott.ssa Maria Carmela Lanzetta, neo Ministro della Repubblica Italiana, il T.C. Giuseppe De Magistris, Comandante Carabinieri “Gruppo Locri”, il Cap. Nico Blanco, Comandante della Compagnia Carabinieri di Locri, il dott. Bruno Muscolo, Presidente del Tribunale di Locri, il dott. Luigi D’Alessio, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Locri, la dott.ssa Giuseppina Maria Patrizia Di Dio Datola, Prefetto Vicario di Reggio Calabria, il T.C. William Vinci, Comandante Gruppo Finanza di Locri, il dott. Vincenzo Cimino, Commissario P.S. Siderno, il T.V. Antonino Indelicato, Comandante C.P. di Roccella Jonica, la dott.ssa Patrizia Delfino, Direttrice del Carcere di Locri, il dott. Domenico Paino, Commissario e Comandante del Carcere di Locri, il Magg. Pelle, in rappresentanza regionale del Corpo Forestale dello Stato, oltre a numerosi sindaci e commissari dei comuni della locride, e ancora rappresentanti sia dell’Arma dei Carabinieri che di tutti i Corpi di Polizia presenti sul territorio.

Una manifestazione importante, che ha messo in luce gli alti valori che l’Arma dei Carabinieri rappresenta in Italia e condivide quotidianamente con i cittadini, ancor di più con quelli della locride. Molto toccante il momento dell’Inno di Mameli (cantato dai ragazzi della Scuola Media diretta dal professor Galluzzo e accompagnati musicalmente dalla Banda Musicale “Città di Bianco” diretta dal Maestro Pasquale Lucà), quello dell’alzabandiera, e quello della scoperta del bassorilievo “Preghiera del Carabiniere” realizzato dall’artista Giuseppe Alessi, con relativa benedizione. La giornata si è conclusa con la partecipazione alla mostra artistico – fotografica “Locri e l’Arma dei Carabinieri” realizzata dal fotoreporter Gigi Romano.

Alla fine della cerimonia le Autorità si sono recate all’Istituto Alberghiero “Dea Persefone” di Locri, per un rinfresco preparato dagli studenti della scuola.

Una bella giornata di festa e di ricordo, che verrà istituzionalizzata e rivissuta il 21 aprile di ogni anno.

Rubrica: 

Notizie correlate