A Locri la presentazione del libro “Voci e Valori del mio Tempo" di Salvatore Filocamo

Mar, 05/08/2014 - 16:58

«Meditare sulla poesia di Salvatore Filocamo è come riaprire il tempo grande della nostra storia. Un mondo di figure umili, modeste e rassegnate, che sarebbero state rapidamente inghiottite dal loro stesso tempo, se il poeta non avesse considerato nobiltà più che umana quella sofferenza». Così scrive Ugo Mollica curatore del volume “Voci e valori del mio tempo” (Franco Pancallo Editore) che raccoglie le opere di Salvatore Filocamo. Si tratta di poesie e farse dialettali scritte in oltre sessant’anni di attività che raccontano la Calabria degli ultimi e fotografano realtà tanto distanti dall’oggi che a stento riconosciamo come la medesima terra. Mercoledi 6 agosto (ore 21) presso la Corte Palazzo di città a Locri, alla presentazione del libro, oltre al curatore dell’opera interverranno il prof. Ugo Pelle, il sindaco di Locri Giovanni Calabrese, l’assessore provinciale alla Cultura Eduardo Lamberti Castronovo, il direttore di Rai Calabria Demetrio Crucitti, il presidente dell’associazione Civitas Solis Francesco Mollace e Domenico Staltari presidente dell’associazione Nazionale Poeti e scrittori dialettali.

Nel corso della serata alle letture del professor Franco Nicita si alterneranno gli interventi musicali del gruppo Usanticu. Salvatore Filocamo (scomparso nel settembre del 1984) fu un grande cantore della realtà calabrese, per uno di quei doni – scrive Mollica – che rendono possibile il fiorire di un miracolo di arte e di fede, possedeva un’ansia eccezionale di comprendere ed interpretare quella società cosi aspra, affaticata e sofferente. Il poeta, nato a Siderno Superiore nel 1902, nelle oltre 400 pagine di “Voci e valori del mio tempo”, leva con decisione la sua voce per liberare dal silenzio e dall’oblio la “sua” Calabria e i “suoi” calabresi.

Notizie correlate