Mammola: una 41enne tenta il suicidio minacciando di gettarsi dal viadotto della Jonio Tirreno

Mer, 17/09/2014 - 16:13

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri delle Stazioni di Mammola e Grotteria, insieme a personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica, sono intervenuti lungo la SS 682 (SGC), dove, al km. 25+400, una 41enne aveva scavalcato il guardrail del viadotto, minacciando di gettarsi nel vuoto, da un’altezza di circa 50 metri. Grazie alla tempestiva segnalazione al 112 di due addetti dell’ANAS, in servizio lungo quel tratto di strada, sono intervenuti i Carabinieri ed una pattuglia del Commissariato di P.S. di Siderno. I militari hanno avvicinato la donna, che, in evidente stato di agitazione e confusione, si era nel frattempo seduta sul ciglio della strada, senza alcuna protezione. Il personale intervenuto ha intrapreso una lunga “trattativa” con l’aspirante suicida, cercando di instaurare un rapporto di fiducia, che potesse convincere la stessa a desistere dal suo intento. Il fitto dialogo, durato oltre un’ora, alla fine, ha sortito l’effetto sperato; infatti, la donna, evidentemente rassicurata e tranquillizzata, rivolgendosi ai militari, si è fatta aiutare per scavalcare il guardrail e rientrare sulla strada, ove è stata soccorsa e riaccompagnata presso la sua abitazione.

Dai primi elementi racconti, il gesto sarebbe scaturito da una discussione avuta nel primo pomeriggio di ieri dall’aspirante suicida con i propri familiari, per problematiche di natura personale.

Rubrica: 

Notizie correlate