Marando lascia Forza Italia: “Con liste toccato il fondo”

Gio, 01/02/2018 - 12:20

Disgustato ed attonito dagli ultimi avvenimenti che hanno portato alla composizione delle liste di Forza Italia per le prossime elezioni politiche, non posso esimermi dal fare alcune considerazioni. Mi rivolgo, in modo netto e chiaro all’ On. Jole Santelli, ormai da più di due anni commissaria del Partito per la provincia di Reggio Calabria, nonché coordinatrice Regionale, questa volta si è toccato il fondo, mi dispiace ma io non ci sto più. Queste designazioni di candidati sono umilianti, non è stato fatto nulla che andasse nella direzione di valorizzare i vari responsabili Provinciali e Comunali, come se la gente che da sempre si spende in Provincia per il Partito non fosse valida. E’ stato affossato, o almeno questo è quello che si spera di fare, il lavoro di chi da anni si impegna nel Partito cercando di riunire in modo proficuo della gente onesta e competente.
Chi è addetto ai lavori inoltre, non può fare a meno di constatare che la Coordinatrice di Forza Italia e il suo fidato vice On. Occhiuto, abbiano praticamente monopolizzato senza alcuna remora le liste delle candidature, proponendo in posizione utile per entrambi i collegi plurinominali della Camera, sempre e solo i propri nomi e imponendo, come se non bastasse, personaggi che nulla hanno a che fare con Forza Italia. Questa scelta offensiva sta a significare che in provincia di Reggio non ci sono forse persone valide per rappresentare degnamente il territorio? O magari bisognava solo occupare le caselle con gente di fiducia in vista di prospettive future? Quello che conta purtroppo è che con queste scelte è stato annientato in un attimo quello che di buono era stato costruito, non lasciando neanche le briciole di quell’idea che muoveva gli animi di Forza Italia, perché sono le persone a fare la politica e i partiti, e non viceversa.
Senza ipocrisia pertanto, in qualità di militante storico di Forza Italia prima, e Consigliere del Comune di Ardore poi, sono purtroppo costretto a comunicare la restituzione della mia tessera di Partito, di questo Partito che non è più il mio, e credo di farmi portavoce del pensiero di tanti amici e colleghi amministratori dicendo, dopo tanta delusione, che la gente di questa Provincia è stanca, oltre ogni limite, e non si sente più rappresentata da nessuno. Che venga chiunque a chiedere consensi in nome di una bandiera calpestata e bistrattata, da parte della vera Forza Italia troverà solo porte chiuse. 

Roberto Marando
Consigliere Comunale di Ardore 

Rubrica: 

Notizie correlate