Mari di Calabria

Ven, 31/05/2013 - 13:22

Vola lo sguardo lungo il litorale di Ferruzzano che va indorandosi degli ultimi riflessi del giorno che muore. Rigonfia l’onda rinondante di spuma contro la scogliera, si perde nel ritmico, pacato abbraccio con la battigia. Si, un altro giorno è passato. La vita scorre all’interno dei suoi flussi e riflussi, rigonfia di sogni, di aspirazioni, di speranze, si adagia inerte nel desiderio di quiete. Vivere, sognare, dimenticare immersi nel liquido oblio di questo mare di Calabria….

 

Spollina l’ora
spettinata dal vento,
infiorescenza d’onde,
ladre pupille
di occulti sovramondi.

E il sospiro del golfo
ritmico frange
contro sogni raminghi,
brucia al silenzio
l’intima pena
e l’anima s’annulla.

©Daniela Ferraro

 

Tags: 

Notizie correlate