Mariella Costa incanta la Cina alla mostra “The Silk Road”

Dom, 06/10/2019 - 18:40

Dal 7 al 21 settembre scorso si è tenuto a Xi’an, in Cina, un grande Festival delle arti: il  “The Silk Road”, al quale hanno partecipato cinquanta Paesi. In rappresentanza dell’Italia è stata presente Mariella Costa, scultrice e pittrice cauloniese di nascita e roccellese di adozione.
Una donna del Sud estremo chiamata a rappresentare l’Italia che, per tale motivo, ha concepito un grande guerriero con i colori della bandiera italiana, del nostro mare e della nostra nazionale di calcio, oltre che con i colori nazionali cinesi. La Costa ha dipinto sulla grande opera scultorea Il Colosseo da un lato, mentre dall’altro ha raffigurato un dragone, riconosciuto simbolo cinese.
Un’opera realizzata con un miscuglio culturale tra oriente e occidente, bordata con il color oro per ricordare l’alto valore culturale di entrambi i popoli.
Il grande guerriero è stato scelto ed esposto in prima fila nel centro espositivo ospitante l’imponente manifestazione artistica ed è stato posizionato davanti a tutti gli altri guerrieri realizzati da altri artisti di varie nazionalità.
Oltre al guerriero la Costa, durante il periodo di permanenza in Cina, ha realizzato anche dieci dipinti sempre ispirati alla cultura italiana e cinese, i quali sono andati in mostra nella serata del 21 settembre, a conclusione del festival artistico, nella hall del teatro della televisione cinese.
In questa occasione l’artista ha realizzato anche un dipinto in estemporanea, attirando così l’attenzione del numeroso pubblico presente.
Nella serata del 17 settembre, durante la serata di premiazione, l’artista calabrese è stata premiata dal governatore della provincia di Shaanxi, un grande riconoscimento culturale anche per la Calabria e l’Italia intera.
Gli eventi artistici della scultrice-pittrice calabrese in territorio cinese comprendevano anche un’importante mostra personale presso lo Xi’an Youth Art Museum, “Magical Dimension Exhibition”.
L’invito all’importantissima manifestazione artistica è stato possibile grazie ad AT Group Italia di Concetta Tassone, che opera da diversi anni in Cina e ha creato un ponte di attività culturali, economiche e istituzionali che le hanno permesso di essere il perfetto tramite con le istituzioni cinesi, rendendo così possibile l’invito all’importantissima kermesse artistica.

Notizie correlate