In memoria di Gigi Proietti, Stefano D'Orazio e Lando Fiorini

Lun, 11/01/2021 - 08:36

Il 2 gennaio 2020 sono 2 mesi che è venuto a mancare Gigi Proietti e ritengo opportuno dedicargli il filmato per quello che ha fatto nell’arco di tutta la sua vita. Questa mia idea di fare omaggio l’ho voluta estendere anche a Stefano D’Orazio e Lando Fiorini perché a tutti e tre mi ha legato un sincero rapporto di stima per averli incontrati diverse volte e pubblicato articoli e foto con le loro interviste nei miei magazine. Ci sono motivi ben precisi che mi hanno spinto e fatto pensare a lungo a questa decisione. Si tratta di tre Grandi Artisti ma, a pensarci bene, è che tutti e tre hanno in comune diverse cose: • sono nati a Roma, quindi romani; • hanno dedicato buona parte della loro vita al canto; • hanno amato svisceratamente la Città Eterna decantandola in tutti i modi; • sono stati tifosi e sostenitori dell’A.S. Roma, la loro squadra del cuore. Un altro dato importante e da non sottovalutare è che Gigi, Stefano e Lando compiono la ricorrenza della loro scomparsa nel mese di dicembre 2020: - Gigi Proietti, il 2 dicembre, il trigesimo; - Stefano D’Orazio, il 6 dicembre, il trigesimo; - Lando Fiorini, il 9 dicembre, il terzo anno dalla scomparsa. Date che sono vicine, vicinissime, cioè dal 2 al 9 del mese in cui si celebra il Santo Natale. Con Lando, sinceramente, sono stato legato per anni da una grande amicizia e profonda stima, perché mi invitava sempre alle prime che presentava al “Puff” e pubblicavo i servizi su: “Roma Mia”. Con Stefano ci siamo visti in diversi concerti dei Pooh o in RAI, quindi approfittavo per fargli domande perché era romano, ma lo facevo anche con Roby, Red, Dodi e Riccardo. Con Gigi ci siamo incontrati tante volte, ma mai di domenica, perché era sempre impegnato a fare spettacoli. Ultima volta, ricordo come fosse ora, alla stazione Termini, mentre attendeva il treno con destinazione Napoli, io ero diretto in Calabria e ci siamo soffermati a parlare della squadra giallorossa. A quei tre Grandi Artisti che hanno lasciato un vuoto incolmabile nel cuore di tutti quelli che li hanno conosciuti, che sono stati presenti ai loro concerti o in teatro o a seguirli attraverso il piccolo schermo, ho voluto regalare le più belle immagini di Roma, perché mi auguro che siano contenti di rivedere la Città immortale che gli ha regalato i natali e che hanno amato con tutta la loro anima e la passione che avevano dentro. Grazie Gigi, grazie Stefano, grazie Lando, lo dico con il cuore, perché siete stati immensi per tutto quello che avete fatto, per le gioie che ci avete trasmesso e regalato nel vedervi all’opera ma anche per il grande impegno che avete profuso in qualsiasi cosa che abbiate portato sulle scene. Da non trascurare l’amore con il quale vi siete proposti al grande pubblico che ha apprezzato, nell’arco di decenni, la vostra Arte, Simpatia, Umanità, Signorilità e Professionalità, doti innate che hanno lasciato il segno e tutti e tre, il segno lo avete lasciato davvero. Riposate in pace!

Angelo Laganà

Rubrica: 

Notizie correlate