Modello Riace a rischio, un Lucano afflitto pensa di mollare

Dom, 27/08/2017 - 09:50

Il modello Riace che ha permesso alla città dei Bronzi di risollevarsi dallo stato di abbandono in cui versava prima dell’elezione di Mimmo Lucano potrebbe presto scomparire.
Dopo essere stato inserito dalla rivista “Fortune” nell’elenco dei 40 uomini più influenti al mondo alla fine del 2016, attorno a Lucano e alla sua politica di accoglienza dei migranti era nata una sana curiosità culminata nell’inizio delle riprese di “Tutto il mondo è paese”, fiction Rai con protagonista Beppe Fiorello ispirata a questa straordinaria storia vera che potrebbe narrare all’intera nazione, nel 2018, una realtà già obsoleta.
Questa settimana, infatti, si sono fatte sempre più insistenti le voci di un taglio dei fondi frutto di controlli ispettivi che non avrebbero dato buon esito sui bonus e le borse di lavoro degli anni 2014 e 2015. Anche se non viene spiegato al diretto interessato quali sarebbero esattamente i procedimenti contestati, è certo che queste verifiche stanno mettendo in discussione un sistema considerato fino a ieri innovativo a livello internazionale.
Gli sforzi di Lucano e dei suoi per restituire dignità ai ragazzi stranieri integrandoli rapidamente e efficacemente nella comunità riacese stanno per essere cancellati dall’ennesimo cavillo burocratico del quale sembra soffrire in maniera cronica il nostro Paese, minando seriamente la possibilità che la città continui a vivere questa così a lungo cercata età dell’oro.
Sabato 2 settembre ci sarà un incontro con i supervisori del Ministero dell’Interno che potrebbe rivelarsi decisivo non solo per la città, ma anche per il futuro politico di Mimmo Lucano, che ha già annunciato di essere deciso a gettare la spugna qualora le problematiche non venissero chiarite.
In attesa di questa data fatidica, ci consola sapere che molti politici, scrittori, preti e migliaia di semplici cittadini hanno firmato un appello per Riace. Paolo Coelho diceva che “Chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia”.
Affronta la tempesta come sai fare tu, Mimmo, e com’è sempre accaduto, siamo certi che la tua grande volontà cancellerà queste difficoltà.

Rubrica: 

Notizie correlate