'Ndrangheta: omicidi faida,conferma 13 ergastoli in appello

Lun, 23/06/2014 - 21:58
ridotta a 30 anni di reclusione la pena del carcere a vita per 2 imputati, Domenico Tedesco e Maurizio Napoli

Confermate in appello le condanne all'ergastolo inflitte in primo grado a 13 imputati per tre omicidi, tra cui quello del boss Carmelo Novella, avvenuti tra il 2008 e il 2009 per faide interne ai clan della 'ndrangheta radicati in Brianza. I giudici della prima Corte d'Assise d'appello di Milano hanno ridotto invece a 30 anni di reclusione la pena del carcere a vita per 2 imputati, Domenico Tedesco e Maurizio Napoli. Pena ridotta, da 23 a 19 anni per il collaboratore di giustizia Michael Panajia. Il pm milanese Cecilia Vassena, applicato per il processo in appello, nelle scorse udienze aveva chiesto la conferma delle 15 condanne all'ergastolo stabilite in primo grado, e la riduzione della pena per il 'pentito' Panajia, che partecipò all'omicidio di Novella, al quale è stata riconosciuta l'attenuante della collaborazione.

I giudici oggi hanno confermato anche il risarcimento complessivo di 200 mila euro a carico degli imputati e a favore dei Comuni di Giussano e Seregno, parti civili nel processo. Tra gli uomini alla sbarra figurano esecutori materiali e mandanti dei delitti, tra cui esponenti di spicco delle cosche radicate nella zona di Giussano e Seregno, come Vincenzo Gallace, Luigi Tarantino, Cristian Silvagna e Rocco e Francesco Cristello.

I tre omicidi sono legati a contrasti tra le famiglie Gallace e Novella. Il boss Carmelo Novella il 14 luglio 2008 rimase vittima di un agguato in un bar a San Vittore Olona (Milano) e venne ucciso a colpi di pistola perché voleva rendere autonoma la 'ndrangheta lombarda dalla 'casa madre' calabrese. Rocco Stagno, invece, morì il 29 marzo 2009 in una porcilaia a Bernate Ticino (Milano): il suo cadavere, che sarebbe stato dato in pasto ai maiali, non è stato mai ritrovato. Antonio Tedesco venne ammazzato il 27 aprile 2009 a Bregnano (Como), e poi sepolto all'interno di un maneggio.

Oltre agli ergastoli oggi è stata confermata anche la condanna a 24 anni di carcere per uno degli imputati, Giuseppe Amedeo Tedesco.

Autore: 
fonte telemia
Rubrica: 

Notizie correlate