Nel giardino della Cultura: riparte “Sette libri per sette sere”

Dom, 26/07/2020 - 17:30

È un periodo un pò difficile per la Cultura e l’Arte, determinato dallo stop alle iniziative e dalle norme che limitano la presenza degli spettatori nei luoghi di incontro.
Eppure, a Siderno, le iniziative culturali, da fine giugno ad agosto, sono molte, grazie al lavoro delle associazioni e al contributo del Comune.
L’Associazione Amici del Libro e della Biblioteca è una presenza consolidata da ormai sette anni, dalla prima “Sette Giorni per Sette Libri” del 2014, svoltasi nelle Villa Comunale sul lungomare, con le sedie portate da casa.
Dal 2017, la rassegna si è spostata nel giardino della Biblioteca Comunale dopo il trasferimento della stessa nel centro del paese, su sollecitazione di ALB, nata proprio a questo scopo.
Tale scelta si è rivelata felice in questi anni, con presenze notevoli durante tutta la settimana.
Quest’anno, proprio per sollecitare una maggiore vivacità nella cittadina e alla collaborazione con MAG, si è deciso di raddoppiare l’iniziativa.
Oltre alla rassegna serale di presentazione di libri, “Sette Libri per Sette Sere”, con la presenza di autori di tutta la Calabria, nelle ore pre-serali ci saranno esposizioni di pittori e scultori originari della Locride, con “Arte per Sette Sere”.
La rassegna dei libri, alle 21:30 di ogni sera, inizierà il 27 luglio per darvi appuntamento rispettivamente con un giallo di Olimpio Talarico ambientato a Caccuri, con Carmine Lupia che ci parlerà di biodiversità e di tradizioni culturali calabresi e presenterà il “Cammino Basiliano” che intende attraversare la Calabria dal Nord al Sud, con la giornata dedicata a Dante per festeggiare il Dantedì, a 700 anni del viaggio del Poeta nell’aldilà, con Rosario Rocca che ci riporterà ai suoi anni ’80, con Rossella Cuconato che ci parlerà della Calabria contadina del dopoguerra con Vito Pirruccio che tratterà invece gli anni dell’emigrazione e dello spopolamento dei piccoli comuni e con Barbara Mileto, che chiuderà il 2 agosto narrandoci le emozioni degli esseri umani accompagnata dal suono di un pianoforte. A conclusione dell’ultima serata e dell’intera rassegna, musica classica con l’Accademia Senocrito, diretta dal maestro Saverio Varacalli.
Già a partire dalle 18, tuttavia, sarà dato spazio alle esposizioni degli artisti: apre il 27 luglio Damocle Argirò cui seguiranno il 28 Alberto Trifoglio, il 29 Andrea Rupolo, il 30 Rosanna Trimboli, il 31 Nello Spataro, il 1° agosto Tiziana Zimbalatti e il 2 Saverio Coluccio, Antonio Piroso, Domenico Marrapodi e Carmelo Zangara.
Un passo avanti affinché Siderno possa diventare un punto nodale delle iniziative culturali del territorio.
Partendo da questi presupposti è opportuno pensare a un ruolo più attivo della Biblioteca Comunale, che deve essere cuore delle iniziative culturali di Siderno insieme al teatro, che si spera possa essere aperto il prima possibile.
Sarebbe utile anche che la sala dedicata a Nicola Zitara venisse potenziata e ristrutturata per convegni e proiezioni, e possa essere utilizzata a tale scopo. Mettere a sua disposizione un adeguato impianto audiovisivo potrebbe trasformare la biblioteca in un vero e proprio Palazzo della Cultura.
Chissà se anche altri artisti riusciranno coordinarsi e a pensare a iniziative di spessore.
ALB ha fatto una scommessa: spinta dal desiderio di avere una biblioteca nel centro ha allargato i propri orizzonti presentando libri, organizzando cineforum, visite, una rassegna estiva e, oggi, coinvolgendo persino pittori e scultori.
Non ha tessere, vive con il contributo volontario di chi partecipa e, come dice il Presidente “si arriva anche a riunione aperta e si è in orario, l’unico obbligo è il piacere di partecipare”.
In nome di questa partecipazione vi invitiamo a non mancare. I libri vi appassioneranno e le opere degli artisti vi delizieranno. L’appuntamento è in via Reggio 1, proprio dietro il Palazzo Comunale.

Autore: 
Francesco Martino
Rubrica: 

Notizie correlate