Parte il 2º corso dell’associazione “Uno chef per Elena e Pietro”

Dom, 11/10/2020 - 16:00

Domani, lunedì 12 ottobre, alle 10:30, a Bianco, presso la propria sede, l’associazione “Uno Chef per Elena e Pietro”, che nasce con lo scopo di garantire un futuro migliore ai giovani calabresi, terrà una conferenza stampa nell’ambito della quale sarà presentato l’inizio delle lezioni del secondo Corso di Cucina, Pasticceria e Panificazione, che partiranno al termine della stessa con la lezione della professoressa Cinzia Scarfidi dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN). La scuola voluta e sostenuta da Arturo Prattico e dalla sua famiglia, dopo l’esperienza del primo corso, che ha portato alla ribalta nazionale, grazie anche ad alcuni articoli che sono usciti sui media, tra cui La Repubblica e L’Espresso, in questo secondo anno cercherà di raggiungere nuovi e importanti risultati.
Presenterà l’incontro il Direttore scientifico dell’iniziativa Silvio Greco, docente dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN) che, insieme al Dirigente Regionale del Dipartimento Agricoltura Giacomo Giovinazzo, al presidente del GAL Terre Locridee Francesco Macri, alle Università e al Presidente dell’Ente Parco D’Aspromonte Leo Autelitano, illustrerà le caratteristiche del corso, che permetterà a quattordici ragazzi motivati di accedere a titolo gratuito a tre mesi di lezioni teoriche frontali, quattro mesi di pratica culinaria e  un mese di stage presso ristoranti stellati che hanno aderito all’iniziativa, per un totale di otto mesi. Le lezioni si svolgeranno tra ottobre e giugno e quest’anno saranno arricchite anche dalla partecipazione di trenta chef internazionali. I quattordici studenti che frequenteranno il secondo Corso di Cucina sono stati selezionati tra un gruppo di sessanta che avevano presentato la domanda. Anche quest’anno, oltre i docenti di scienze gastronomiche, collaboreranno anche docenti delle Università di Cosenza e della “Mediterranea” di Reggio Calabria, nonché esperti enogastronomici regionali. Mentre la novità sarà rappresentata dalla presenza di trenta aziende calabresi selezionate dal direttore che diventano partner della scuola in modo da poter valorizzare le produzioni di eccellenza della nostra regione.

Rubrica: 

Notizie correlate