Perché a Roma sì e da noi no?

Dom, 05/04/2020 - 09:30

Ho visto ieri in televisione un servizio sul nuovo Covid Center del Campus Biomedico di Roma, struttura che, come dicono i giornalisti amplia la rete del Lazio per la lotta al Coronavirus.
“Al Policlinico Campus Biomedico di Roma apre oggi (giovedì 2 aprile, ndr.) il Covid Center dedicato ai pazienti affetti da Covid-19. Il reparto avrà a disposizione 9 posti letto di terapia intensiva e 31 posti ordinari, di cui 7 di terapia intensiva entro il 20 aprile”.
Che bello, sembra di sognare. I cittadini romani, da oggi, possono avere una nuova struttura dedicata alla cura di questo terribile virus. Che bello per loro, mentre per noi diventa l’ennesima conferma che siamo figli di un Dio minore, un Dio disgraziato come disgraziati siamo noi che preghiamo che non si diffonda anche qui il virus, altrimenti è la morte, visto il servizio sanitario esistente.
Mi verrebbe voglia di taggare sotto le foto e queste mie poche righe tutti quelli che dovevano fare in questo mese qualcosa per dare una piccola sicurezza al nostro territorio: Saverio Cotticelli, la triade dei commissari dell’ASP di Reggio Calabria, il prefetto di Reggio Calabria, persino l’ex prefetto Michele Di Bari, che sedeva fiero accanto al Ministro Giulia Grillo. Naturalmente vorrei taggare anche lei, che ha emesso con soddisfazione il suo decretino che ha distrutto definitivamente la sanità calabrese e anche tutti i responsabili della Regione Calabria.
Anche altri, ovvio, sia come monito sia come stimolo, perché so che hanno provato in tutti i modi a scalfire un muro di gomma che non vuole che qui ci sia sviluppo. Penso al neo consigliere regionale Raffaele Sainato e al suo collega Giacomo Crinò, al sindaco di Locri e responsabile sanità per l’Associazione dei Comuni della Locride Giovanni Calabrese, ai due presidenti dell’Assocomuni Caterina Belcastro e Giuseppe Campisi.
Potrei continuare a lungo ma penso basti questo: perché a Roma sì e da noi no?
Forse che noi non siamo Italiani?

Autore: 
Rosario Vladimir Condarcuri
Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate