Piazza Michele Bello si illumina di blu per la “Giornata dell’autismo”

Dom, 01/04/2018 - 18:00

L’associazione Prometeo Onlus, impegnata in prima linea dal 2001 nella sensibilizzazione e nella trattazione dell’autismo, ha invitato anche quest’anno il Comune di Siderno a partecipare alla “Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo”, che si terrà domani. Sulla linea dell’impegno assunto fin dal suo insediamento, l’Amministrazione Fuda ha già annunciato la propria adesione all’iniziativa globale “Blue day”, istituita dall’ONU per stimolare l’attenzione della società civile sull’inaccettabile discriminazione che ancora oggi subiscono le persone affette da autismo, stabilendo di illuminare di blu la piazza Michele Bello durante la giornata di Pasquetta. La partecipazione dell’Amministrazione Fuda, che dovrebbe dare seguito al proprio impegno con l’istituzione di un centro specifico per la trattazione dell’autismo fino ad oggi ostacolata dalle solite lungaggini burocratiche, viene come sempre apprezzata dai genitori dell’associazione, che non possono tuttavia fare a meno di sottolineare quanto questo genere di iniziative rappresentino ancora una goccia nel mare.
«Tendiamo a ricordarci di questi ragazzi solo il 2 aprile - affermano alcuni genitori, - anche se essi continuano a vivere una condizione ai limiti della dignità tutti i giorni, soprattutto nella nostra terra. Nonostante le scuole abbiano a disposizione tutti gli strumenti per trattare con i ragazzi ed educarli nella maniera corretta, infatti, l’impreparazione degli insegnanti e l’inadeguatezza delle strutture è a dir poco scandalosa, così come il programma di assistenza che dovrebbe essere gestito dall’ASP, che continua a lasciare impunemente soli i genitori. Anche se gli stessi genitori dimostrano quanto poco sia necessario fare per riuscire a integrare questi ragazzi nella nostra società, l’assenza di strutture e di personale preparato distribuito in maniera omogenea su tutto il territorio continua a far passare l’idea che, dopo il 2 aprile, i giovani affetti da autismo siano magicamente guariti, con buona pace delle istituzioni che, anche quest’anno, spenderanno belle parole per la nostra condizione senza riuscire tuttavia a dare un aiuto concreto a tutti noi».

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate