Platì a un bivio: vivere o morire?

Gio, 23/07/2020 - 18:00

Carissimi Platiesi,
tra poco ci avvieremo alla tornata elettorale,siamo sfiniti da un commissariamento lungo ed estenuante,cosa ci riserverà questa volta la storia? Una,due,tre o più liste
Io spero  che  si riaccenda la fiaccola della Democrazia e mi auguro che Platì possa orientarsi verso un futuro migliore .
Sono stanca di assistere al mancato Governo del Paese , di volta in volta o ci commissaria la Prefettura o ci Autocommissariamo Noi stessi , dobbiamo,  facendo leva  sul Nostro orgoglio, riuscire ad esprimere un Governo di lungo Corso , capace di interpretare le esigenze ed i bisogni del Territorio nel rispetto pieno della Costituzione e delle Leggi che regolano l’operato delle Amministrazione degli Enti Locali. 
Sono Sicura che Platì, il figlio più autentico dell’Aspromonte,  senza  tentennamenti o paure ed assuimendosi le proprie responsabilità, saprà cogliere l’opportunità di questa tornata elettorale e di ritornare ad essere protagonista della Politica Metropolitana e Regionale .
Io non mi rassegno a chi vuole fare apparire Platì come un coniglio privo di forze,perché io lo so da sempre che Platì è un Leone Ruggente ,che però da tanto tempo non fa sentire la propria possente e potente voce, deve lasciarsi alle spalle la cupa rassegnazione evitando di cadere nell’oblio assoluto.
Platì è un brand e noi dobbiamo saperlo  utilizzare per il perseguimento del Bene Comune a beneficio di Tutti Cittadini attenzionando le classi sociali più deboli , ed Investendo in Cultura con la creazioni di Borse di Studio  , che possano affincare i Nostri Giovani Studenti nel conseguimento della Loro Laurea 
 Platì ,il mio Paese ha avuto una storia travagliata e contraddittoria, ma non  deve essere lasciato  solo a se stesso, abusato e violato dei suoi luoghi e valori più sacri, deve essere ACCOMPAGNATO nella costruzione di un FUTURO migliore.
In Questa tornata elettorale dobbiamo essere uniti e compatti ,la divisione non produce nulla di positivo, numerosi e copiosi dobbiamo essere davanti ai seggi a imprimere quella  croce che determinerà i vincitori e riscriverà il futuro radioso di una Comunità mai sopita.
Cari Platiesi non sprechiamo quest’occasione,usciamo dal nostro guscio e diamo tutti il nostro prezioso contributo  onde  permettere lo sviluppo e l’emancipazione.
Facciamolo rigonfiare al vento il nostro stupendo gonfalone e liberiamo quell’Aquila Reale che da troppo tempo non si libra verso l’alto.
Lasciamo da parte i diversi orientamenti politici e  agiamo per il bene comune,il Vostro VOTO rappresenta l’ossigeno di cui Platì ha bisogno per ritornare alla ribalta, il vostro voto deve essere un atto d’amore rivolto verso chi ha lavorato alacremente per questo Paese e verso l’affermazione della DEMOCRAZIA, votate perché Platì ritorni ad essere libero e sovrano e non venga rilegato a servo di qualsivoglia oppressore.

Annamaria Sergi
Lady Promoter della Lista Liberi di Ricominciare
per l’Area  Jonica

Rubrica: 

Notizie correlate