Processo Saggezza: clan interessati all'elezione del presidente della comunità montana e delle costruzione della Terme di Antonima

Mer, 26/03/2014 - 11:08

Nella prima udienza del processo Saggezza è stato sentito dai giudici come testimone dell’accusa il maresciallo Antonio Orfei. Il capitano della stazione dei carabinieri di Careri ha parlato delle indagini condotte e della presunta consorteria tra le ndrine di Antonimina, Ardore, Ciminà, Locri e Sant’Ilario.

Secondo quanto riferito dal maresciallo e grazie alle intercettazioni disponibili sembrerebbe che Bruno Bova fosse l’uomo che i clan volevano seduto sulla poltrona di presidente della Comunità montana dell’Aspromonte Orientale.

Ma non solo questo episodio di presunte elzioni pilotate dalle ndrine è stato al centro della deposizione fiume dell’uomo dell’Arma chiamato a testimoniare dal pm De Bernardo, Anche l’appalto per la costruzione delle Terme di Antonimina.

Rubrica: 

Notizie correlate