Prosciolto indagato dell’operazione Aemilia, denuncerà Libera

Gio, 28/04/2016 - 10:41

"Comunico che ho dato mandato ai miei legali di citare in giudizio per diffusione di false notizie e grave diffamazione nei miei confronti 'Libera associazione' di Don Ciotti poiché, all'indomani dell'inchiesta Aemilia, con i soldi dei contribuenti emiliano-romagnoli, attraverso il contributo della Regione Emilia-Romagna, ha prodotto e diffuso il 'dossier 2014/2015 Aemilia: un terremoto di nome 'ndrangheta'". Lo fa sapere con una nota Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl di Parma, imputato nel processo di 'Ndrangheta 'Aemilia' e prosciolto venerdì a Bologna. Il giudice ha derubricato l'accusa di concorso esterno in corruzione elettorale, reato dichiarato prescritto.
Bernini spiega che in un capitolo del dossier si legge il suo nome come 'arrestato la mattina del 28 gennaio'. "Tale notizia - dice - è assolutamente falsa e ha creato e continua a creare, visto che tale dossier è ancora in distribuzione ed ancora sulla rete internet nel sito di Libera, un grave danno alla mia persona".
ANSA

Rubrica: 

Notizie correlate