Referendum trivelle: le dichiarazioni di Ernesto Magorno

Lun, 18/04/2016 - 16:18

COMUNICATO STAMPA - “Alle parole del presidente del consiglio dei ministri, e segretario nazionale del nostro Partito, Matteo Renzi, che invita a mettere fine alle polemiche, comunque gli italiani abbiano votato, non c’è nulla da aggiungere. Il risultato consegnato dalle urne è una bocciatura netta e chiara di un referendum, fin troppo strumentalizzato politicamente, che poteva essere evitato con un grande risparmio economico”. E’ quanto afferma il segretario regionale del Partito democratico calabrese, on. Ernesto Magorno, in merito al risultato del referendum sulle trivelle che ha registrato il mancato raggiungimento del quorum. “Oggi a vincere è il lavoro, sono le 11 mila persone che possono tornare tranquillamente a lavorare sulle piattaforme – ha detto ancora Magorno -. L’Italia non ha bisogno di demagogia ma di concretezza, stabilità, sviluppo, crescita economica e occupazionale. Allora ripartiamo tutti insieme, sapendo che nei prossimi due anni c’è molto da fare perché l’Italia torni ad essere un punto di riferimento nel mondo. Il percorso da fare è ancora lungo – conclude il segretario regionale del Pd calabrese - ma la strada intrapresa dal Governo, con la sua azione riformatrice, è quella giusta”.

Rubrica: 

Notizie correlate