Reggio: la sinergia con l’Università salverà il patrimonio arboreo

Ven, 07/07/2017 - 18:00

COMUNICATO STAMPA - «Reggio Calabria è tra le 4 città con maggiore verde procapite dell’intero stivale, grazie ai suoi   11.000 alberi e 230.000 mq di superficie verde. Con dei numeri così importanti che accrescono l’ambito delle nostre responsabilità, non si può che accogliere con favore la collaborazione proposta a mezzo stampa dal Prof. Zimbalatti, Direttore del Dipartimento di Agraria. Un valore aggiunto nell’ambito della già intensa cooperazione instaurata nel corso di questi anni dall’amministrazione Falcomatà con l’Università Mediterranea».

 E’ quanto dichiara l’assessore all’Ambiente Giovanni Muraca che prosegue: 

«L’apporto scientifico e la strumentazione offerta dall’Università Mediterranea non può che costituire un pregevole  valore aggiunto, individuando un ambito di discussione e condivisione più ampio rispetto al tema della salvaguardia del patrimonio arboreo comunale  e di  realizzazione  delle misure e degli interventi già programmati  dall’amministrazione comunale a tutela del verde».

Prosegue Muraca: «Immagino un sistema di consultazione permanente  che possa integrare le azioni che l'Assessorato sta implementando grazie ai fondi straordinari del Patto per Reggio Calabria. Prima tra tutti l'innovativo Piano di Gestione del Verde Urbano, fondamentale strumento di programmazione per la gestione del patrimonio botanico della città, che consentirà, tra l'altro, di effettuare in modo sistematico la valutazione della stabilità delle alberature comunali, prevenendo i crolli».

Ed invero, nell’ambito della azione di pianificazione attuata dal settore Ambiente, l’Ente comunale procederà a breve alla pubblicazione di 2 bandi. Una misura è stata  predisposta  per la realizzazione delle potature straordinarie delle alberature comunali, l’altra per la lotta al punteruolo rosso, che a Reggio Calabria ha già consentito di salvare  da morte certa  le palme del centro storico della città.

«Nonostante i fondi ordinari e le risorse anche in termini di personale a disposizione dell’Ente,  siano assolutamente insufficienti rispetto ai fabbisogni - conclude l’Assessore all’Ambiente Giovanni Muraca - gli interventi strategici attuati hanno consentito di sostenere il carico delle manutenzioni. Contiamo di intensificare  nel corso della prossima stagione le riqualificazioni  arboree,  e grazie agli strumenti offerti dalle risorse straordinarie dei Patti per il Sud,  procedere a seguire, con  il  piano di gestione delle aree verdi di pregio dal Lungomare alla Villa Comunale». 

Rubrica: 

Notizie correlate