Reggio: un ulteriore passo avanti nell’utilizzo dei beni confiscati

Mar, 08/05/2018 - 16:20

Il Comune di Reggio Calabria presenterà domani per tramite della consigliera delegata ai Beni Confiscati Nancy Iachino, in sede di conferenza dei servizi convocata presso la sede dell’Agenzia dei Beni Confiscati di Reggio Calabria, la proposta del Comune di Reggio Calabria di ulteriore  acquisizione  di beni confiscati,  per la destinazione a finalità istituzionali  nonché alle esigenze abitative.

«La giornata di domani segna un ulteriore tassello di un percorso molto impegnativo intrapreso dall’amministrazione su mandato del sindaco Falcomatà» dichiara   la consigliera Iachino.

 «Si raggiunge un   importantissimo   obiettivo a coronamento di una intensa attività   fatta di  studio, elaborazione di soluzioni e  sopralluoghi tecnici, effettuati con il supporto  del personale del  settore patrimonio collettivo e dei lavori pubblici comunale  rivolto alla individuazione e al reperimento delle unità abitative idonee  che saranno acquisite dal Comune ».

«I risultati   acquisiti in   questi mesi nel campo della destinazione dei beni confiscati per  finalità sociali  -  dichiara Nancy Iachino -   sono anche il frutto di una proficua sinergia   inter-istituzionale   con   l’Agenzia dei Beni Confiscati e il  Tribunale per le Misure di prevenzione, tramite la consolidata collaborazione della  dott.ssa Pirrera e della dott.ssa Pastore, a cui va tutto il nostro plauso».

Nella giornata di domani il sindaco Giuseppe Falcomatà   firmerà inoltre il protocollo d’intesa per la ricollocazione delle famiglie, a seguito dello sgombero dell’ex polveriera, in unità abitative confiscate alla criminalità organizzata.
Nella stessa occasione il consigliere delegato all’urbanistica, l’ing Giuseppe Sera, illustrerà a tutti i convenuti, il  progetto  di riqualificazione dell’area  ex polveriera di Ciccarello finanziato  tramite i Patti per il Sud.

Rubrica: 

Notizie correlate