Rientro in aula: preoccupa lo stato degli edifici scolastici regionali

Mar, 12/09/2017 - 18:20

A poco più di 24 ore dall’inizio dell’anno scolastico torna di grande attualità il problema della sicurezza negli edifici scolastici che da giovedì accoglieranno, in tutta la regione, 279.798 studenti per un totale di 14.869 classi. Numero di iscrizioni in calo in tutto il Paese, dice il Ministero dell’Istruzione, che segnala anche come le regioni del sud siano quelle in cui quest’anno si presenterà il minor numero di studenti. La nostra regione si pone dopo Campania, Sicilia e Puglia in questa classifica negativa, con l’ingresso in aula di ben 5.624 studenti in meno. Rispetto al 2016, tuttavia, si registra un aumento degli iscritti alle prime classi (+1.385 in tutta la Calabria) per un totale di 16.658 nell’area metropolitana di Reggio Calabria, seconda provincia con il maggior numero di studenti al 1° anno nella regione dopo Cosenza. Con il rientro a scuola, come anticipavamo, torna di attualità il tema della sicurezza: complici le difficoltà economiche in cui versano gli enti, infatti, lo stato degli edifici scolastici in cui i nostri figli trascorreranno la maggior parte delle proprie giornate desta altissima preoccupazione e se le maggiori criticità si registrano nella provincia di Vibo Valentia, i dati di Cittadinanza Attiva denunciano che anche nel 90% degli istituti reggini non vengono rispettate tutte le norme di sicurezza imposte dalla legge. Nonostante gli interventi di adeguamento sismico siano già stati finanziati dal Governo è inoltre da escludere che i cantieri partiranno prima dell’inizio del prossimo anno.

Rubrica: 

Notizie correlate