Rinaldo, un angelo con i piedi sulla Terra

Lun, 07/11/2016 - 12:54
Il cuore di Rinaldo, 56 anni, di Agnana, ha smesso di battere lo scorso 24 ottobre. I suoi organi salveranno la vita di tre persone.

Ha provato a resistere stringendo quel lembo di vita con tutte le sue forze. Ma quell’ischemia cerebrale che lo ha colpito lo scorso 19 ottobre non gli ha lasciato scampo. I medici dell’ospedale di Locri con grande professionalità e umanità hanno fatto di tutto per salvarlo, così come i colleghi dell’ospedale Riuniti di Reggio Calabria, dov’è stato trasferito in elisoccorso il 21 ottobre, in seguito a un intervento purtroppo non riuscito.
Il 24 ottobre alle 11:10 il cuore di Rinaldo Lupis, 56 anni, di Agnana, ha smesso di battere. Rinaldo, però, continuerà a vivere ancora sulla terra grazie al grande gesto d’amore dei suoi familiari che hanno acconsentito di donare i suoi organi permettendo di salvare nell’immediato la vita di tre persone. L’ultimo gesto di estrema generosità per un uomo sempre attento al prossimo e il cui motto era: “Se fai un’opera di bene prima o poi ti verrà resa”. Siamo certi che Dio avrà apprezzato questo atto di carità suprema spalancandogli le porte del Paradiso e accogliendolo nella schiera dei suoi angeli più misericordiosi.

Rubrica: 

Notizie correlate