Ritorna anche quest’anno la manifestazione “Melitolibroaperto”

Gio, 20/10/2016 - 17:42

COMUNICATO STAMPA - Ritorna per il quarto anno consecutivo, presso la sede del circolo Meli il salotto del libro denominato “Le stanze dei libri – Melitolibroaperto 2016”.
Nato come esperimento nel 2013, la manifestazione organizzata con la casa editrice Città del Sole edizioni, è  diventata ormai un appuntamento fisso nella programmazione dell’associazione melitese. Per un realtà locale priva di librerie, l’evento ha lo scopo di stimolare la lettura ed avviare momenti di riflessione dando ai visitatori la possibilità di entrare direttamente in contatto con gli autori presenti durante la manifestazione. Sarnno presenti le case editrici Falco editore e Luigi Pellegrini editore nonché la libreria Nuova Ave.
La stessa quest’anno avrà come gradito ospite l’artista reggino Pino Caminiti che, con i suoi “objet trouvè”, arricchirà “le stanze dei libri”. Con la mostra “le forme del mare di dentro” i resti rinvenuti sulla spiaggia, nella loro essenzialità e povertà di forme, assumono nuove sembianze nelle mani dell’artista: egli, mantenendo l’identità del pezzo, riesce a dare nuovi e diversi significati facendolo, di fatto, tornare a nuova vita. Si tratta di forme che riportano ad un concetto di primitività alle quali il tempo e il mare hanno attribuito un fascino diverso; le opere - afferma Caminiti - “sono assemblaggi semplici, senza alcuna tecnica costruttiva, senza rifiniture, immediati e sfuggenti come schizzi. Non sono nati destinati”.
L’impatto è forte, le opere stimolano la più fervida fantasia del visitatore che, a volte, si ritrova di fronte a creature mitologiche che rivivono attraverso ciò che il mare ha restituito. E’ un’arte degli elementi quella di Pino Caminiti; egli osserva ed assembla: è istinto ed immediatezza.
Con apertura sabato 22 ottobre 2016 presso la sede di Corso Garibaldi, dalle ore 17.30 sarà possibile scegliere un buon libro ed osservare le opere di Caminiti rivolgendo allo stesso eventuali domande quando incontrerà i visitatori e presenterà la sua mostra alle ore 19.00.
Domenica 23 ottobre, Franco Arcidiaco converserà con Tiziana Calabrò sulla sua opera “La medaglia del rovescio” (Falzea editore), esperienza letteraria che nasce dall’omonimo blog con il quale racconta “
la sua quotidianità di femmina, madre, sposa, figlia e nipote senza mediazione alcuna. Nessun dover essere, niente finzioni. Detto così pare una cosa facile. Ma per raccontare la propria quotidianità coi propri trambusti, le passioni e i dolori, le gioie e le tenerezze, i figli e il marito, la vita, la mamma, le nonne, la giovinezza che trascorre e la morte, è necessaria un’operazione culturale e umana estremamente faticosa, a tratti dolente, sempre complessa” (Aldo Varano).
Sabato 29 ottobre, sarà la volta degli scrittori resistenti Fausta Ivaldi (di recente insignita con la cittadinanza onoraria reggina) e Nanni Barbaro, rispettivamente autori de “Una vita esagerata” e “Sullo sponde dello stretto mi sono seduto e ho riso” (entrambi editi da Città del Sole), che si presenteranno a vicenda.
Domenica 30 ottobre, la manifestazione si avvierà alla chiusura con un cocktail autunnale sulle note della Aspromon Brass Quintet, diretta dal maestro Pietropaolo.

Notizie correlate