Rosarno: operazione Faust, tutti i nomi

Lun, 18/01/2021 - 19:32

Sono 49, in totale, le persone raggiunte da provvedimento cautelare nellambito dellinchiesta Faust” della Dda di Reggio Calabria. Trenta di loro sono finite in carcere, mentre 19 sono andate agli arresti domiciliari. Fra gli indagati vi sono anche il sindaco di Rosarno, Giuseppe Idà, ed il consigliere comunale Domenico Scriva. Per il sindaco laccusa è di scambio elettorale politico mafioso.

Indagati cui è stata applicata la misura cautelare in carcere:

Raffaele Belcastro, 61 anni

Salvatore Belcastro, 30 anni

Angelo Caccamo, 37 anni

Raffaele Cammariere, 60 anni

Antonella Caponigro, 43 anni

Salvatore Carlo, 46 anni

Andrea Cucinotta, 37 anni

Antonio Cutano, 46 anni

Francesco Cutano, 64 anni

Luigi Cutano, 42 anni

Sergio Gambardella, 57 anni

Giovanni Grasso, 28 anni

Francesco Ieraci, 38 anni

Angelo Iorio, 57 anni

Diego Lamanna, 42 anni

Francesco Longo, 52 anni

Vincenzo Longo, 57 anni

Giuseppe Mallamace, 68 anni

Domenico Marino, 31 anni

Giuseppe Messina, 41 anni

Teodoro Montenegro, 33 anni

Angela Pace, 25 anni

Giuseppe Pace, 51 anni

Domenico Pepè, 65 anni

Domenico Pisano, 70 anni

Francesco Pisano, 65 anni

Salvatore Pisano, 73 anni

Vincenzo Pisano, 61 anni

Salvatore Scarcia, 53 anni

Giuseppe Spada, 41 anni

 

Indagati posti agli arresti domiciliari:

Salvatore Cascone, 62 anni

Giuseppe Consiglio, 36 anni

Antonio Ferrinda, 37 anni

Rocco Fusca Cono, 53 anni

Giuseppe Iannace, 71 anni

Giuseppe Idà, 39 anni

Antonio Ierace, 71 anni

Domenico Longo, 72 anni

Mattia Ligato, 23 anni

Pasquale Minella, 61 anni

Biagio Moretto, 61 anni

Rocco Occhiato, 46 anni

Salvatore Paladino, 56 anni

Ruggero Palermo, 73 anni

Franco Panariello, 57 anni

Marco Petrini, 26 anni

Domenico Scriva, 64 anni

Giuseppe Seminara, 42 anni

Rosa Sica, 55 anni

Rubrica: 

Notizie correlate

Siderno, Pietro Fuda sott’accusa: il 5 luglio la decisione sul rinvio a giudizio

Ven, 16/04/2021 - 17:57
Oggi si doveva svolgere l’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura distrettuale di Reggio Calabria nel procedimento penale che vede tra gli indagati l’ex sindaco di Siderno Pietro Fuda, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, ma l’udienza è st