Salvatore Gullì: “Ho profondamente amato San Luca”

Gio, 23/05/2019 - 09:40
Riceviamo e pubblichiamo

Cari cittadini,
l’incarico di Commissario Prefettizio del Comune di San Luca è ormai giunto al termine. Dopo quasi quattro anni dal mio arrivo, mentre mi accingo a riconsegnare la responsabilità dell’amministrazione di questo paese al Sindaco che verrà eletto, sento l’esigenza di rivolgere ad ognuno di Voi il mio più affettuoso saluto e ringraziamento.
In questa, non breve, ma impegnativa e intensa permanenza in San Luca, ho cercato in ogni occasione di promuovere soluzioni basate sull’interesse comune, sui fondamentali principi della legalità e della trasparenza.
Mi sono impegnato per garantire il buon andamento e l’imparzialità della Pubblica Amministrazione, per rafforzare la fiducia dei cittadini nell’operato delle istituzioni, ritenendola condizione essenziale per favorire la più ampia partecipazione democratica alla vita del paese contro le tentazioni dell’indifferenza e del disimpegno.
Ho lavorato soprattutto per precostituire, a favore dei prossimi amministratori, una solida base organizzativa, amministrativa e contabile sulla quale poter progettare il futuro di San Luca.
In questo momento sento il dovere di ringraziarvi per l’accoglienza, per la cortesia e la gentilezza che mi avete sempre riservato durante la mia permanenza qui e che senz’altro resteranno un piacevole ricordo per tutto il resto della mia vita. Vi ho conosciuto e apprezzato.
Vi ringrazio anche per il sostegno e per le contestazioni, per le critiche, ma soprattutto per il   calore umano che in questi anni ho particolarmente avvertito, facendomi vivere un’esperienza molto significativa che mi ha arricchito professionalmente e umanamente.
Non sono stati quattro anni facili, molte sono state le insidie che ho dovuto affrontare. D’altronde la macchina amministrativa di un Comune, oggi, è estremamente difficile da organizzare e guidare. Ai Comuni si chiedono sempre più servizi ma con minori risorse. La difficoltà di reperire i fondi e la riduzione dei trasferimenti richiedono sempre di più una costante e oculata analisi delle scelte nel definire bisogni e priorità gestionali.
Ho sempre cercato prima di fare e poi di parlare, lavorando con imparzialità, responsabilità e altruismo. Spero di aver fatto fino in fondo il mio dovere. Mi sono impegnato ogni giorno, anche quando non ero a San Luca, per risolvere i piccoli e svariati problemi dei cittadini: Vi assicuro che ho cercato di farlo sempre con passione, dedizione e coerenza nelle decisioni.
Un ringraziamento doveroso ma sentito rivolgo a tutte le Forze dell’Ordine, all’Istituzione Scolastica, al personale Operaio e Dirigente dell’Azienda Calabria Verde, alla Parrocchia, alla Pro Loco, alle Associazioni Sportive, alla Fondazione Corrado Alvaro, all’Associazione Padre Stefano de Fiores, alle Suore Oblate Salesiane.
Un grazie particolare, con un po’ di commozione, vorrei indirizzarlo a tutti i Dipendenti e al Segretario Comunale, che mi sono stati sempre vicini e hanno voluto collaborare sostenendo la mia azione con convinzione e con il proficuo lavoro che ha contribuito al buon esito del nostro operato. Ognuno dei Dipendenti ha dimostrato un forte senso di appartenenza e di responsabilità, una volontà di partecipazione al bene comune, fattori che in concorso hanno reso questa esperienza tanto unica, quanto intensa ed entusiasmante, ma anche dura, faticosa e indimenticabile.
Ho profondamente amato questo paese, pur non essendo il mio paese e mi sono sentito sempre a casa, onorato di averlo rappresentato. Forse potevo fare di più, ma certamente ho profuso tutte le mie energie per dare sviluppo a questa comunità che da sempre è costretta a lottare contro il pregiudizio.
Porterò per sempre nel mio cuore la comunità di San Luca, ho vissuto una esperienza bellissima quanto memorabile e particolarmente significativa della mia carriera, ed è a tutti i Sanluchesi che auguro di partecipare in maniera consapevole alla vita amministrativa, superando, nella comune passione per questa terra, ogni individualismo e ogni campanilismo.
Questo è anche l’augurio che rivolgo al nuovo Sindaco che sarà eletto, affinché possa lavorare nel pieno rispetto delle regole democratiche, principi e dei valori sanciti nella nostra Costituzione,  con l’auspicio che la nuova fase che si sta per avviare possa continuare nel segno della ripresa economico-sociale di questa comunità, guidandola verso un futuro di legalità, di pace e serenità.
Vi stringo tutti in un grande abbraccio che per me sono sicuro durerà per sempre.
GRAZIE A TUTTI

Rubrica: 

Notizie correlate