Sbarco di migranti a Roccella Jonica, 28 positivi al Covid-19

Lun, 13/07/2020 - 09:00

Sono 28 i migranti, tra i 68 sbarcati nel porto di Roccella Ionica, ad essere risultati positivi al coronavirus a seguito del primo test rinofaringeo eseguito nelle scorse ore a Reggio Calabria. Tra questi ci sono 48 adulti in giovane età che sono stati trasferiti oggi tra Bova e Amantea dove operano due strutture attrezzate per gli ulteriori accertamenti e la quarantena. Altri venti migranti, tutti minori, sono ospitati in una struttura messa a disposizione del comune di Roccella Ionica, presidiata dalle forze dell'ordine. Tra i venti minori ce ne sono cinque risultati positivi. La notizia dell'esito dei test ha creato apprensione nella cittadina ionica dove questo sbarco è il secondo in dieci giorni. Sul posto oltre a personale specializzato ci sono i funzionari della Prefettura di Reggio Calabria. I migranti sono tutti di nazionalità pachistana e sono giunti a bordo di un'imbarcazione avvistata al largo di Caulonia. All'arrivo in porto i migranti, sono apparsi tutti in buone condizioni di salute.
"I 28 migranti positivi al Covid-19 arrivati a Roccella Jonica confermano gli enormi rischi connessi agli sbarchi di persone che arrivano da Paesi in cui l'epidemia è ancora fuori controllo". A dirlo è il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.
"Per mesi - spiega Santelli - abbiamo combattuto il Coronavirus, al costo di grandissimi sacrifici esistenziali, sociali ed economici. Ma ora, a causa di questa incomprensibile indifferenza nei confronti della minaccia rappresentata dagli sbarchi incontrollati, tutti gli sforzi compiuti dai calabresi e dagli italiani rischiano di essere vanificati. Non possiamo consentirlo. Lo Stato, il Governo, devono essere presenti e affrontare una situazione che, da qui in avanti, potrebbe diventare ancora più esplosiva".
Intanto, una protesta di cittadini contro l'arrivo di 13 pakistani positivi al Covid ha bloccato la Ss 18 ad Amantea (Cosenza).
ANSA

Rubrica: 

Notizie correlate