Scoperto un vero laboratorio della droga: arrestati due coniugi

Mar, 28/10/2014 - 11:10

Due giovani coniugi incensurati di Rosarno, Antonino Di Bartolo, 26 anni, e Annunziata Longo di 25, sono stati tratti in arresto dai carabinieri dello Squadrone Cacciatori di Calabria con l’accusa di aver creato all’interno di uno stabile rustico disabitato un vero e proprio laboratorio della droga.

In particolare, nell’immobile sito in via Tibullo, i due coniugi hanno installato una serra e un laboratorio per l’essiccazione e il confezionamento di dosi di marijuana, completo di un impianto di irrigazione e illuminazione realizzato con un allaccio abusivo alla rete elettrica

Nel corso della perquisizione domiciliare effettuata dai carabinieri sono state rinvenute 1024 piante di cannabis, molte delle quali di due metri di altezza, sei chilogrammi di cannabis già essiccata, suddivisa in alcuni sacchi di juta, altra marijuana pronta per essere suddivisa in dosi, tre bilancini di precisione, sacchetti e buste di plastica per la sistemazione dell’erba sottovuoto, centinaia di bustine per il confezionamento in dosi.

Antonino Di Bartolo è stato trasferito presso il carcere di Palmi, mentre alla moglie, Annunziata Longo sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Rubrica: 

Notizie correlate