Sempre più difficile costruire un manufatto edilizio nella Provincia di Reggio Calabria

Dom, 22/09/2019 - 17:00

Per richiedere l’autorizzazione sismica a costruire un manufatto edilizio, benché di piccole dimensioni, per il Servizio Tecnico Regionale di Reggio Calabria non è più sufficiente una annualità, i tempi necessari si dilatano sempre di più, divenendo sempre più incerti.
Sicuramente i funzionari preposti a occuparsene presso quell’Ufficio Provinciale avranno le loro buone ragioni a non offrire l’evasione di una pratica in tempi più accettabili.
Non è il sottoscritto a dover sindacare in merito, sono altre figure istituzionali a doverlo fare.
Ma è anche vero che, da notizie acquisite, in altre province italiane non si richiedono questi tempi biblici.
Allora mi viene da pensare, è possibile che tutto questo sfugga all’attenzione di chi di dovere?
Ovvero cosa si è fatto per eliminare queste disfunzioni che rappresentano un fardello che strangola quella parte di economia che poteva dare un sollievo all’attività edilizia della Provincia di Reggio Calabria?
A chi giova tutto questo?
Perché tuttora non c’è traccia del Regolamento della Regione Calabria che avrebbe dovuto recepire la Legge sblocca cantieri, in materia di semplificazione della disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche?
Voglio sperare che questa denuncia possa svegliare le coscienze politiche locali, regionale e nazionale affinché sia adottato un mirato intervento, che non richiede finanziamenti, anzi, può produrre benessere oltre che per il cittadino, anche per le casse dello Stato, affinché anche nella Provincia di Reggio Calabria sia consentito costruire come nelle altre province d’Italia.

Autore: 
Leonardo Sansalone
Rubrica: