Sequestrati circa 4 milioni in beni a imprenditore legato alle cosche

Mer, 09/08/2017 - 10:10

COMUNICATO STAMPA - Nella giornata del 08 agosto 2017, in Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale Nucleo Investigativo - sezione misure patrimoniali e personale del reparto anticrimine di Reggio Calabria davano esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal tribunale di Reggio Calabria - Sezione GIP, nei confronti di Vazzana Andrea Carmelo, reggino cl. 69, imprenditore, noto alle forze dell’ordine.
Il provvedimento è scaturito da risultanze investigative prodotte nell’ambito dell’attività di indagine, convenzionalmente denominata “Sansone”, condotta nel novembre 2016 dal ROS e dai militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria e finalizzata alla disarticolazione delle cosche reggine “Condello”, “Buda - Imerti”, “Zito - Bertucà” e “Garonfalo”.
Sono stati sottoposti a sequestro i seguenti beni mobili e immobili riconducibili al Vazzana:

  • Impresa individuale di costruzioni “Edilmovit” di Vazzana Andrea, avente sede in Reggio Calabria, via Corvo Archi n. 27;
  • Società denominata “Edilvazzana S.R.L.” avente sede legale in Reggio Calabria, contrada Corvo Archi n. 27;
  • Beni mobili registrati riconducibili alle suddette imprese e società;
  • Saldi attivi dei depositi in denaro o titoli intestati al Vazzana Andrea Carmelo ed ai familiari conviventi.

Il valore dei beni sequestrati ammontante a circa € 3.700.000

Rubrica: 

Notizie correlate