Siderno: incidente all’interno dell’impianto di separazione

Gio, 09/10/2014 - 13:05
Non c’è pace per i cittadini che abitano nelle zone interessate

Da alcune fonti autorevoli, sembrerebbe che all’interno dell’impianto di separazione dei rifiuti di contrada San Leo di Siderno, si sia verificato un incidente che ha coinvolto sia un autista che un mezzo della ditta che gestisce il medesimo impianto. L’incidente si è verificato nella zona di ricezione dei rifiuti urbani indifferenziati.  Il mezzo ha praticamente divelto una delle serrande del capannone. Questo danno che si è registrato intorno al 21-22 settembre scorso e sicuramente ha causato e causerà nei prossimi giorni maggiori  fuoriuscite di odori molesti e nauseabondi  in quanto l’aia di ricezione non lavora più in “depressione d’aria”.  La domanda che ci poniamo noi è la seguente: siamo sicuri che la regione Calabria, che avrebbe il compito di vigilare e controllare cosa accada all’interno dell’impianto, lo stia realmente facendo? Intanto, a quanto pare, emergerebbero novità anche per quanto riguarda la situazione del “biofiltro”. Sembrerebbe, infatti, che lo stesso sia stato integrato, non come consiglierebbe la procedura, ossia rimuovendo il vecchio materiale e sistemando un nuovo strato di materiale grossolano al fondo per poi riporre successivamente il “cippato di legno” (almeno un metro d’altezza) di sopra così da evitare canali preferenziali dell’aria esausta che forzatamente deve passare attraverso il materiale biofiltrante (sempre se i ventilatori di test e di coda e la torre di lavaggio funzionino adeguatamente)  ma, a quanto pare, sembrerebbe che la ditta abbia provveduto solo a depositare  il materiale nuovo sopra il vecchio già esistente. Sarà vero ?

Antonio Tassone

Rubrica: 

Notizie correlate